Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

Emozioni da Hammamet nel ventennale dalla morte di Craxi

Immagine
Hammamet, si quella Hammamet che affaccia sull’Italia. Hammamet conosciuta da tutti dal 9 gennaio anche per un film che fa parlare e discutere. Hammamet e Craxi un connubio indissolubile che durerà, perché sotto le mura del Forte edificato nel XII secolo c’è la tomba di quel Bettino Craxi che fa tanto discutere e che quest’anno ha portato più di 500 persone in Tunisia per i vent’anni della morte.



I numeri sono oscillanti si parla di molte più persone, gli hotel sul lungomare sono aperti e pieni, vengono da tutta l’Italia, molti giornalisti e facce note, antichi e nuovi amici, curiosi e nostalgici. Hammamet non è distante da Tunisi, tra la capitale e la località balneare ci sono distese di ulivi e palme, un verde sorprendente e poi il mare.



Chissà come era Hammamet all’inizio degli anni’70 quando Craxi decide che sarà la sua seconda casa, per poi diventare la prima e l’ultima. Strade sterrate, poche case e il nulla così raccontano gli amici e la famiglia, davvero un posto selvaggio, sp…

Il boom del gelato artigianale: vale 16 miliardi di euro

Immagine
Un'eccellenza gastronomica che, solo in Europa, conta 9,5 miliardi di euro di fatturato, 315.000 addetti e oltre 65.000 punti vendita. È il gelato artigianale, unico alimento a cui l’Unione Europea abbia finora dedicato una giornata. In attesa di celebrare l’ottava edizione della Giornata Europea del Gelato Artigianale, in programma il prossimo 24 marzo, il Gelato Day 2020 si presenta a Sigep, il salone mondiale del dolciario artigianale di Italian Exhibition Group, che si terrà al quartiere fieristico riminese dal 18 al 22 gennaio. 



Si stima che le 108.000 le gelaterie presenti in 76 diversi paesi nel mondo abbiano generato un fatturato complessivo di ben 16 miliardi di euro nel 2018, con una crescita del +6% rispetto al 2017, migliorando il trend già positivo degli ultimi anni. Il 60% del giro d’affari è realizzato nel Vecchio Continente, dove si concentrano i principali mercati per presenza di gelaterie e per consumi di gelato artigianale. Dei best performer europei, Spagna e Po…

Sarabande felliniane e Pifferi di montagna

Immagine
Il duemila venti è un anno di molte ricorrenze, ma la politica italiana dovrebbe sentirsi debitrice di massima riconoscenza soprattutto nei confronti di Federico Fellini, inventore di quelle “sarabande” che danno benissimo il senso della vita ridicolmente agitata e freneticamente movimentata della nostra res publica.
Facciamo qualche esempio.



La scelta di un sistema elettorale per eleggere i propri rappresentanti in Parlamento in altri Paesi dell’Occidente rappresenta un momento breve e puntuale della loro esistenza. Fatta una scelta, si va avanti con il sistema adottato per un bel numero di lustri. In altre parole, in tutto il mondo, la gente sceglie tra il sistema proporzionale (normalmente, con voto di lista) e il sistema maggioritario (di solito, a collegio uninominale) con modesti correttivi: in Italia no!



I cambiamenti proposti per essere adottati non sono tali se non svisano totalmente i due sistemi validi per tutti i Paesi democratici della Terra. In Inghilterra e negli Stati U…

Gisella Cozzo: This is me

Immagine
Gisella Cozzo interprete, cantautrice e producer nasce a Melbourne, in Australia da genitori italiani. Una famiglia numerosa dove la passione per l’arte, in ogni sua forma, permette a Gisella, ancora adolescente, di partecipare e vincere il talent più famoso; da quel momento per lei la possibilità di studiare musica e recitazione a Londra con l’avvio di una carriera che la vede aprire concerti di artisti quali Toto Cutugno, Marcella Bella, Eros Ramazzotti solo per citarne alcuni. Un incontro fortuito con i fratelli La Bionda, fa di lei la “regina” degli spot. Impossibile dimenticare la mitica Joy, I feelgood I feel fine della Coppa del Nonno, o pubblicità come quella della Levi’s o Poste Italiane, Rio Casa Mia e Chante Clair. Gisella è irrefrenabile: scrive e interpreta moltissime sigle di serie Tv e telefilm, collabora con moltissimi artisti da Jovanotti ad Anna Oxa. Ha all’attivo nove album e moltissimi singoli. Oggi, nonostante sia impegnata in nuovi progetti, sta partendo per l’Au…

Una alleanza contro frodi e contraffazioni nella filiera olearia

Immagine
Stampa nazionale e internazionale legano l’idea dell’olio Made in Italy all’onta delle frodi e delle contraffazioni. Una fama che avvantaggia le altre nazioni olivicole nel mercato globale del prodotto tra i più sani e salutistici grassi ad uso alimentare. L’equivoco nasce dalla inconsapevolezza che l’Italia è la nazione che al mondo ha più organi di controllo per assicurare qualità e sicurezza, in campo alimentare, ai cittadini.



L’Università degli Studi di Bari A. Moro, nel suo ruolo di mediatore tra il mondo della produzione e gli organi istituzionali e di incubatore di soluzioni che migliorino la sostenibilità sociale ed economica del territorio in cui opera, promuove, giovedì 23 gennaio a partire dalle ore 9.00 presso la Sala Convegni Don Tonino Bello (Palazzo Chiaia-Napolitano), il convegno “Una alleanza contro frodi e contraffazioni nella filiera olearia”.



L’iniziativa si svolge a conclusione dell’ “EVOO Research's Got Talent 2020”, la prima manifestazione internazionale a cu…

Se non stiamo attenti… ci comprano anche la Madonnina!

Immagine
La Torre Velasca icona del boom economico della Milano degli anni 50’ porterà bandiera Americana.



Imponente, visibile da ogni tetto e non solo, un simbolo come il grattacielo Pirelli, della Milano che negli anni dopo la guerra alzava la testa e riscostruiva dalle macerie. Nel cuore della città tra l’università e Porta Romana, con affaccio in via Larga, architetti come Banfi, Belgiojoso Peressuti e Rogers, firmano il progetto e la torre è costruita in circa 290 giorni. 26 piani che dominano nel centro, una delle opere più contestate e discusse, ma anche una delle prime a dare inizio a un cambiamento architettonico, lontano dagli stili classici.



La Torre Velasca a Milano, ora di proprietà USA.In tanti anni lo abbiamo sempre vissuto come punto di riferimento, un luogo d’incontri nella piazza, simbolo di uffici e di rappresentanza e di chi l’aveva scelta come abitazione uscendo dagli standard degli appartamenti liberty, innovativa e per quei tempi futuristici; possiamo paragonarlo per inno…

Prescrizione: il DNA giustizialista del Pd

Immagine
ll marchese del Grillo la volta che un tribunale dello Stato pontificio gli aveva dato ragione nella disputa su un fatto grave da lui commesso ebbe l'improntitudine di far suonare a morto le campane delle chiese di Roma. A chi gli chiese perché lo avesse fatto rispose beffardamente: "Perché è morta la giustizia".



Oltre ad essere uomo di spirito, il marchese aveva chiara anche l'idea della giustizia, prerogative che mancano all'attuale governo e soprattutto a quel PD che vorrebbe rappresentare il nuovo.



Non solo Zingaretti e sodali vanno ciecamente dietro a ciò che partorisce la mentalità bipolare dei 5Stelle, essi confermano la tendenza forcaiola che li accompagna dalla nascita, come un indelebile dna. Passando dal Bottegone al Nazareno la storia non è cambiata: ogni individuo è un criminale latente, non importa di quale crimine sia responsabile, va tenuto comunque sotto schiaffo per tempi immemorabili.



Giustizia e potere giudiziarioLa prova regina di quel modo di…

I giustizialisti e la "riabilitazione" di Craxi

Immagine
di Carmelo Messina



E' bastata la ripresa di interesse per alcune personalità politiche della prima repubblica per scatenare gli ultimi fuochi “giustizialisti”, da Davigo a Travaglio, per finire a livello locale ai sostenitori dei 5S.



Il film di Amelio “Hammamet”, aldilà delle diverse opinioni dei critici e degli spettatori, ha creato una mutazione del sentimento collettivo sul piano umano. Fino a poco tempo fa infatti erano tutti ferocemente critici verso Bettino Craxi anche verso la sua dimensione umana. Oggi sul piano umano si discute con più serenità mentre il giudizio politico comincia a dare segni di disponibilità al civile confronto. Perché questa improvvisa svolta? Perché, a parte l’encomiabile lavoro della Fondazione Craxi, la crescente mediocrità della classe dirigente populista e giustizialista del M5S, sta dando il maggiore contributo alla riabilitazione di Craxi. La gente fa i confronti e giudica.



Così capita che costoro (i giustizialisti) tra una elezione trionfatrice (…

Ricordando Ustica

Immagine
La guerra tra Usa ed Iran non è ufficiale, non c’è dichiarazione esplicita, ma i morti sono già tanti.



I primi il 3 gennaio all’aeroporto di Bagdad in Siria: vittima illustre il generale iraniano Quassem Sulemayni Comandante delle Guardie iraniane della Rivoluzione, considerato da Trump come pericoloso terrorista, primo obiettivo dell’azione dei Droni o meglio dei missili Usa, con i suoi sfortunati sette compagni di viaggio iraniani ed iracheni.



I secondi, tanti, troppi, innocenti, estranei al conflitto, i 176 passeggeri civili del volo della Ukraine Internazional Airlines dei quali 53 Canadesi e tanta altra gente di tutto il mondo, abbattuti da un missile iraniano alla partenza da Teheran: la difesa aerea di Teheran aveva confuso quest’aereo con un incursore statunitense ed il generale Haijzaden aveva dato l’ordine di sparare. Quella notte di fuoco con tanti troppi missili in giro, le vittime innocenti erano un prezzo poco evitabile e naturalmente a nulla sono valse le  successive sc…

Giornata mondiale della Pizza italiana: in Italia è un business da 30 miliardi

Immagine
Succede Oggi:



Pioggia sul Nord-ovest e sulla Toscana. Neve sull’arco alpino occidentale. Sole e nuvole sul resto d’Italia • Giornata mondiale della pizza italiana • Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali • Il consiglio dei ministri discute della lotta all’antisemitismo • Confronto governo-sindacati sulla riforma fiscale • Artusi al Circolo dei lettori di Torino, Arafat alla Biblioteca Moby Dick di Roma • Arriva nelle sale il film di Sofia Scalia e Luigi Calagna, gli youtuber più amati dai bambini • Lo one woman show di Selvaggia Lucarelli a Civitavecchia (sullo stalking mediatico) • Il Vangelo di oggi: Gesù e il paralitico.



Oggi è la Giornata mondiale della pizza italiana



Il Sole 24 Ore: «I numeri del business legati alla pietanza più conosciuta e amata al mondo, sono sempre positivi. […] La produzione giornaliera in tutto il Paese è di 8 milioni di pizze, e il fatturato annuo del settore è di 15 miliardi di euro, per un movimento economico che supera complessivamente i…

Roma: panineria Zia Rosetta

Immagine
Questo piccolo locale situato nella fascinosa Via Urbana, si conferma come uno dei più interessanti indirizzi gourmet comparsi negli ultimi anni nella Capitale. Come si evince dal nome, la specialità della casa è la rosetta, sempre fragrante e disponibile nel formato normale o mini. Qui, il famoso panino romano viene farcito in tantissimi modi, con ingredienti di buona qualità, abbinati in maniera appropriata e con la giusta dose di fantasia e creatività. Al menù fisso si aggiungono dei fuori carta del mese, tra cui abbiamo assaggiato la rosetta con bollito e salsa verde, oppure con pollo e carciofi al tegame, o ancora con baccalà, hummus e carciofi, tutte godibili quanto intriganti. Disponibili anche numerose insalate e altri piatti sfiziosi, come ad esempio un ottimo polpo con fagiolini, patate schiacciate al limone e riso basmati. Per accompagnare il tutto, vino, birre artigianali, bevande analcoliche di livello più che discreto e, soprattutto, delle ottime e salutistiche centrifug…

Scuola e ceto sociale: "Qui alta borghesia, là ceto medio basso". Polemiche a Roma

Immagine
Succede Oggi:



Sole e nuvole su tutta Italia • La Cassazione affronta il caso di Carola Rackete, la capitana che forzò il posto di blocco della Guardia di Finanza per salvare i migranti a bordo della Sea Watch • Il premier Conte in Algeria • In vendita da oggi il libro di Martelli su Craxi e quello di Pennac su Fellini • Chailly dirige Beethoven alla Scala, Uto Ughi e Ugo Canino omaggiano Beethoven al Conservatorio di Milano • Sinead ’O Connor a Pordenone, Pappano a Roma • In sala il film di Eastwood • Parma-Roma di Coppa Italia • Il Vangelo di oggi: Gesù e il lebbroso.



In prima pagina
• In Russia il primo ministro Medvedev e l’intero governo hanno dato le dimissioni. Una decisione arrivata subito dopo che Putin aveva proposto un referendum per modificare la costituzione. Un passo, quello di Putin, per garantirsi il potere quando scadrà il quarto e ultimo mandato da presidente nel 2024 e si ricandiderà a premier
• Usa e Cina hanno firmato la tregua sui dazi. Trump: «Andrò in visita a Pec…

La stipsi e la radiologia dei tempi di transito intestinale

Immagine
di Gabriele Mazzetti di Pietralata



La stipsi è un sintomo. Affligge più il medico che il paziente perché non solo può avere molteplici origini ma può essere anche difficile da decodificare e interpretare sulla base del racconto che viene esposto dall'interessato. La radiologia ha iniziato a contribuire alla comprensione del fenomeno stipsi per merito di alcuni medici di varie discipline del St. Mark's Hospital di Londra, ospedale specializzato unicamente in patologia di colon e retto.



Nel 1969 tre ricercatori pubblicarono la prima tecnica di studio radiologico dei tempi di transito del colon. In 25 soggetti sani somministrarono pillole di polietilene impregnate di solfato di bario, noto mezzo di contrasto usato in radiologia per i vari esami dell'apparato digerente. Osservarono che la prima pillola radiopaca superava il colon, per dirla con eleganza, entro la terza giornata dall'assunzione, e la massima parte dei markers tra la terza e la quinta giornata.



La determinazi…

L'uso prolungato del cellulare può causare tumori

Immagine
Succede Oggi:



Nuvole su gran parte del Nord, con un po’ di pioggia sulla Liguria. Sole sul resto d’Italia • La Corte costituzionale si pronuncia sul referendum chiesto dalla Lega • Liu He, primo ministro cinese, è a Washington per firmare un primo accordo sui dazi • Udienza preliminare per l’omicidio di Serena Mollicone (2001) • Al via il processo alla madre di Renzi (bancarotta fraudolenta e falsa fatturazione) e quello per i fatti Consip • Ventotto nuove pietre d’inciampo per le strade di Milano • Simenon che intervista Trotzkij • Roméo et Juliette di Charles Gounod alla Scala, Elias Canetti al Piccolo • Il matrimonio segreto di Domenico Cimarosa, per la regia di Pier Luigi Pizzi, al Regio di Torino • Ancora ottavi di Coppa Italia • Il Vangelo di oggi: la suocera di Simone.



La sentenza sul rapporto tra tumori e cellulari



L’uso prolungato del telefono cellulare può causare tumori alla testa. Lo sostiene la Corte d’Appello di Torino che ha confermato la sentenza di primo grado del Tribu…

La Passionale – La ragazza di Pozzuoli

Immagine
La puteolana della passionalità di Sofia è solo l’iceberg di una femminilità altra. Cresciuta tra il Golfo di Pozzuoli, il tempio di Serapide, il Lago di Lucrino, la Grotta della Sibilla, la Solfatara, il Bradisismo, le scosse di terremoto, il Lago Fusaro con la Casina Vanvitelli e le Sorgenti naturali delle Stufe di Nerone è una donna Miticamente Antica. È così radicata alla sua terra natia che non riesce a vedere il futuro senza Pozzuoli.



Tutto può passare su di lei: modernità e post-modernità ma il suo principio di donna dell’antichità la porta a pensare sempre a un uomo che sia la sintesi di creatività e virilità. Non ama le mezze vie. Può laurearsi, studiare all’estero, attraversare i sentieri alti della cultura, ma rimane fedele all’idea che una donna si realizza solo con un vero uomo e concepisce la maternità come scelta di vita.



Infatti, la vita sentimentale di Sofia Loren è dimostrazione lampante di tutto ciò. Sofia, con le energie della puteolana, negli anni Cinquanta tentò …

L'attimo fuggente di Peter Weir

Immagine
La riflessione di questa settimana prende spunto da un articolo dell'Espresso di Matteo Nucci sul ruolo e il valore della scuola ma soprattutto dalle considerazioni offerte da un classico della Cinematografia :"L'ATTIMO FUGGENTE " di Peter Weir recentemente riproposto non ricordo bene da quale rete televisiva nazionale. Scrive Nucci: "Schole deriva dal greco e significa tempo libero… la a- scholia, al contrario, era il tempo necessario a produrre, un tempo che andrebbe limitato il più possibile. Nella nostra esistenza ciò che davvero conta è il tempo che ci è dato da vivere e di questo tempo solo il minimo indispensabile deve essere impegnato per produrre, per far soldi" .



Il tempo che conta è quello dedicato alla riflessione, all'analisi, al pensiero critico, quello capace di realizzare una vita degna di essere vissuta. È questo il senso anche della storia raccontata da Peter Weir nell'ATTIMO FUGGENTE e del “Carpe Diem“ del prof Keating: "Cogl…

10 tweet sulla valanga della discussione dedicata a Craxi

Immagine
Non credo che Facebook o Twitter trabocchino per tutti di note e commenti su Craxi e sul film di Amelio. Ma è certo che per molti di noi la cui rete di amici è fatta di persone con vissuto e memoria l’argomento è esploso in questi giorni e ha trovato robusta cornice sui media storici e tradizionali. Quelli televisivi, quelli giornalistici e quelli editoriali.



Di film di richiamo a figure del nostro passato prossimo ve ne è stato più d’uno nel corso degli anni. Quasi sempre si è prodotto un “certo” dibattito. Mai una valanga di questo genere.



Bettino Craxi ad Hammamet



Ho portato anch’io il mio coriandolo a questa ventata di parole (e di pensieri) qui, su queste colonne ("I due piatti della bilancia nel giudizio su Craxi. Ripensare è un dovere della storia"), e non torno quindi su argomentazioni comparative, ieri e oggi, meglio o peggio, Italia con la I maiuscola, italia al minimo di reputazione, eccetera.



Prendo però dal
format di Twitter il paradigma delle 280 battute (al mass…

Giampaolo Pansa raccontava Craxi, memorie da un libro ritrovato

Immagine
Tra gli scaffali della mia libreria, nella casa di famiglia che mi ha visto giovane socialista napoletana, durante le vacanze di Natale ho cercato intenzionalmente un libro. Lo ricordavo benissimo copertina rosso fuoco e un primo piano di Craxi. Ricordavo quasi tutto, ma in occasione dei vent’anni ho deciso di portare con me a Roma i libri della mia gioventù.



"Tutti gli angoli di Craxi" è il titolo, edito da Rusconi nel gennaio del 1984, introduzione di Ugo Intini, una serie di articoli dei più famosi giornalisti ed intellettuali di quegli anni, con un capitolo dedicato anche ai giornalisti stranieri. Tra le pagine di una carta spessa e consistente, custodita come un tesoro, una mia lettera per Craxi, datata 6 dicembre 1991 e un biglietto del treno per Formia del 1988. Pezzi della mia vita come gli angoli di Craxi si ricompongono.



Mentre apprendo dalla tv la notizia della scomparsa di Giampaolo Pansa, mi ricordo del libro e dei contributi dello stesso al volume. La memoria no…