Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2020

La Casa Bianca continua a non raccomandare cautela nonostante l'impennata di casi

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 26/10/2020



La strategia di Trump con il virus biasimata nella nuova esplosione. 5 contagiati fra i collaboratoti di Pence. La Casa Bianca continua a non raccomandare cautela nonostante un salto di casi negli USA. Poche ore dopo che Trump aveva per l’ennesima volta, in un discorso in Nord Carolina, sottovalutato il covid, la Casa Bianca ne e’ stata di nuovo colpita: il capo di gabinetto di Pence e quattro altri del suo ufficio sono risultati positivi. Trump non ne ha parlato nei successivi comizi, ma per i votanti e’ stato un richiamo al suo continuo comportamento sbrigativo nei confronti del virus. 



PRIMA PAGINA



-      Credenziali incerte per i controllori delle elezioni a New York. Il comitato elettorale e’ una reliquia di patrocinio politico. Mentre la gestione della democrazia americana e’ diventata  sempre piu’ complessa per lo sviluppo della tecnologia, i voti in anticipo e le interferenze straniere, New York e’ rimasta ferma a un sistema di un secol…

Lunghe code a NYC per votare in anticipo

Per le votazioni federali ed in particolare quelle presidenziali, la cittá di New York ha aperto 88 seggi elettorali (dei 1.231 totali che verranno aperti il 3 novembre), al costo di 75 milioni di dollari, per poter votare con nove giorni in anticipo rispetto alla data ufficiale del 3 novembre.



Le votazioni anticipate, per permettere il distanziamento sociale, sono iniziate il 24 ottobre e termineranno il primo novembre, per poi riaprire le urne il 3 novembre (i seggi saranno chiusi il 2 novembre). Come previsto, le lunghe code non sono mancate.  



Ad esempio, la coda verso il seggio elettorale presso la Robert Wagner Middle School di Manhattan sulla 75ma strada é incominciata un paio d'ore prima delle10, orario di apertura delle urne.



La coda si é allungata al punto da estendersi dall'entrata del seggio intorno a tutto l'isolato, attraverso la Terza Avenue per poi girare sulla 76ma strada, passare per la Seconda Avenue e quindi tornare sulla 75ma strada verso l'entrata …

La Svizzera in sovraffollamento nega le terapie intensive agli anziani

Rassegna stampa dal 19 al 25 ottobre 2020.



Quando le terapie intensive diventeranno congestionate verrà fatta una scelta. Una scrematura dei pazienti che permetterà ai medici di scegliere fra il ricovero di un anziano e il ricovero di un giovane.



Questo accade in Svizzera, dove il protocollo di otto pagine, intitolato "Pandemia Covid-19", pubblicato dall'Accademia svizzera delle scienze, spiega i triage di trattamenti di medicina intensiva in caso di scarsità di risorse. Il protocollo è stato emanato il 20 marzo scorso e fortunatamente non è ancora mai stato applicato.



Purtroppo la situazione in Svizzera sta riportando un aumento dei casi giornalieri molto preoccupante, quasi 6.500 nuovi casi al giorno.



La decisione del medico sarà dettata dalla gravità e dall'età del paziente, le norme prevedono che in scarsità di posti letto, il medico potrà decidere  di non accogliere persone con un'età superiore agli 85 anni, e persone con un' età superiore ai 75 anni che pre…

“Ma noi ricostruiremo” - La mostra milanese sulla ricostruzione dopo la guerra

Immagine
La mostra milanese sulla ricostruzione dopo la guerra è il luogo simbolico visitato in questi giorni dai cittadini per cogliere il paragone con le condizioni del presente.



Milano, 25 ottobre 2020 - Ho visitato la mostra “Ma noi ricostruiremo” alle Gallerie d’Italia (Banca Intesa San Paolo) a piazza della Scala a Milano nel giorno in cui è stato attivato il “coprifuoco” che sta sterilizzando commerci e circolazione. La coincidenza non è solo una percezione soggettiva. E’ l’intento stesso di questo allestimento – per altro non visitabile se non con prenotazione, distanziamento, ingressi rallentati e molte cautele – che punta a stabilire una convergenza di clima. Non certo per equiparare i profili materiali, allora macerie diffuse dopo sei bombardamenti aerei in tutte le zone della città tra il 1943 e il 1944; ora un ordine sobrio e livido della città ai primi freddi, mentre prevale l’accoglienza della perorazione “state in casa”. Ma esplicitamente per cogliere il sentimento di rigenerazi…

Ci soffocheranno le vecchie zie?

Nel 1953 Leo Longanesi pubblicò il suo pamphlet più famoso: “Ci salveranno le vecchie zie?”. Era una raccolta di saggi che sottolineavano, già allora, il cedimento della borghesia (il sottotitolo era “I borghesi stanchi”) alle mode e al conformismo, il suo crescente disinteresse all’informazione e alla cultura e, di conseguenza, la rinuncia a quell’egemonia che la storia – dalla Rivoluzione Francese alla Rivoluzione Industriale - sembrava averle consegnato.



Longanesi è stato, insieme a Flaiano, il miglior interprete e fustigatore (con il sano scetticismo di chi sa di non poter cambiare nulla) delle caratteristiche degli italiani. Da fascista (spesso sarcasticamente) acceso, inventò il motto “Mussolini ha sempre ragione”, consapevolissimo delle potenzialità autocritiche della frase e, con zelo, (anche) ironicamente, patriottico, coniò agli inizi della guerra gli slogan: Taci! Il nemico ti ascolta” e ”La patria si serve anche facendo la sentinella ad un bidone di benzina”.



Era un fascist…

“Bangla” vince l'Arco d'Oro di Est Film Festival 2020

Si conclude la 14esima edizione di Est Film Festival, nonostante le numerose difficoltà di questo periodo storico. Il Festival cinematografico di Montefiascone rappresenta uno degli eventi culturali più longevi ed apprezzati nel panorama della Tuscia e quest’anno, come tutto il settore degli eventi, ha subito le conseguenze dell'emergenza legata al Covid-19. Con grande coraggio, determinazione e resilienza gli organizzatori hanno reinventato la manifestazione, stravolgendone la logistica e la location.



Ecco chi sono i vincitori di Est Film Festival 2020.



I Vincitori della 14ª edizione di Est Film Festival



L’Arco d'Oro - Premio Creval e 1.000 € come Miglior Lungometraggio va a “Bangla” di Phaim Bhuiyan.
Bangla, film d'esordio del ventitreenne Phaim Bhuiyan - ex youtuber, italiano di
seconda generazione e musulmano semi praticante, 50% bangla, 50% romano e 100% Torpigna - attraversa con leggerezza e ironia un territorio delicato. Non si tratta solo di Torpignattara, quartiere col…

Il dramma Covid vissuto da Massimo Giannini direttore de La Stampa

Considerazioni del direttore della Stampa, Massimo Giannini, contagiato, ricoverato e tornato a casa ancora positivo dopo 18 giorni: «Quando sono entrato io, solo al mio piano, eravamo in 18. Ora ce ne sono 84. Oltre la metà ha meno di 54 anni, ed è intubata e pronata. Una “procedura” terrificante, che mi sono fatto raccontare. Ti sedano, ti infilano un tubo nei polmoni, e da quel momento su di te scende la notte di un tempo infinito e un luogo indefinito. Sei sdraiato sulla pancia, in una posizione guidata da un rianimatore esperto, per sedici ore consecutive. Dopo ti rigirano supino, per otto ore. Poi si ricomincia: sedici ore prono, otto ore supino. E così via. Tutte le volte che serve a far “distendere i polmoni”, come dicono, e a sperare che intanto la malattia regredisca, e non distrugga definitivamente quel che rimane del tuo sistema respiratorio. Se questo accade, a un certo punto ti estubano, ti risvegliano e allora devi solo sperare di avere ancora un po’ di fiato in gola pe…

La pandemia e la fossa dei serpenti

La pandemia purtroppo continua a diffondersi, i provvedimenti adottati dalla pubblica autorità sembrano ancora insufficienti, anche se molto gravosi per l’economia del Paese: è una crisi economica e sociale molto grave, ma non meno grave è la crisi politica che si va delineando.



Iniziamo dal primo problema: il governo, nell’emanare provvedimenti sempre più restrittivi dei diritti della persona sanciti in costituzione (libertà di riunione, di movimento, di iniziativa economica, per citare quelli più spesso richiamati) sta veramente violando la carta costituzionale senza che nessuno dei suoi guardiani (il Presidente della Repubblica, la Corte Costituzionale) intervenga?



Il Parlamento è veramente esautorato dal governo dai suoi poteri decisionali, pure stabiliti in Costituzione, con un Presidente del Consiglio che procede con propri atti (i famosi Decreti - DPCM) ignorando sia la maggioranza che l’opposizione parlamentare?



Da ultimo, non sarebbe il caso, almeno per togliere gli alibi al gov…

Come un giornale sconosciuto è diventato un megafono per l'estrema destra

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DI DOMENICA 25/10/2020



Composto, come sempre la domenica , di diversi fascicoli, ognuno col suo titolo, meno quello di apertura che si chiama naturalmente THE NEW YORK TIMES. Eccoli qui sotto, con una notizia ciascuno.



-      1 / 38 pagine. THE NEW YORK TIMES. Come un giornale sconosciuto e’ diventato un megafono per l’estrema destra. Per anni, l’Epoch Times e’ stato un piccolo giornale, affiliato a un oscuro movimento spirituale cinese anticomunista,  che veniva distribuito gratis agli angoli delle strade. Ma nel 2016 e 2017 ha fatto due cambiamenti che l’hanno trasformato. Prima di tutto, ha abbracciato Trump nella sua lotta contro il partito comunista cinese. Poi ha scoperto Facebook e l’ha riempito di articoli e video rassicuranti e allegri, attraendo i lettori ad abbonarsi al giornale. Oggi, Epoch Times e il movimento spirituale che lo inspira, Falung Gong, la cui missione e’ “salvare gli esseri umani con coscienza”,  sono una forza fra i media di destr…

La mortalità è cresciuta al Nord e scesa al Sud

Ascolta il podcast



I dati Istat sulla mortalità in Italia pubblicati ieri dicono che nei primi otto mesi del 2020 ci sono stati 475.674 decessi, l’8,6% in più rispetto alla media dello stesso periodo del 2015-2019. Al Centro e al Sud si è registrato un calo rispettivamente dell’0,2% e dell’1,1%. Mentre il Nord ha avuto un +19,5%, con un picco del +38% in Lombardia. «L’effetto della pandemia sul dato complessivo appare evidente: dopo la diminuzione della mortalità riscontrata a livello nazionale - sempre rispetto alla media 2015-2019 - nei primi due mesi dell’anno, a marzo si registra un incremento del 47,2%, sensibilmente più marcato al Nord (+93,9%) rispetto al Centro (+12,2) e al Sud (+4,3) e un tragico primato del +191,2% in Lombardia, seguita da Emilia-Romagna (+69,1), Trentino Alto-Adige (+62,2), Liguria (+53,5), Piemonte (+52,8). A partire da aprile - sottolinea l’Istat - pur in un contesto ancora drammatico, l’eccesso di mortalità totale si riduce proprio in alcune delle aree co…

Più conoscenza, più salute, più sanità

Da oggi la nostra rubrica "Moondo Salute" si trasforma nel magazine mensile "Moondo Salute - Medicina e Società" diretto dal Prof. Eugenio Santoro, a cura della Fondazione San Camillo-Forlanini.



Tra le proposte di Moondo, non poteva mancare un più completo ed esauriente approfondimento nel settore della salute, della medicina, della scienza, della ricerca biologica e clinica ma anche della organizzazione sanitaria, del progresso tecnologico, della ricaduta sociale.



Il perdurare della pandemia COVID-19 ci rende consapevoli del ruolo centrale che, nella nostra vita individuale e collettiva, ha la salute nella vita familiare e sociale, quindi la necessità per i cittadini di prestare attenzione, ma soprattutto di fornire loro una informazione ed una più approfondita conoscenza delle modalità preventive e delle possibili cure quando siamo aggrediti da una patologia improvvisa e silenziosa che insieme alla salute ci danneggia nel profondo, nelle nostre abitudini ed anche n…

Nuovo picco contagi negli USA: oltre 82.000 in un giorno

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 24/10/2020



Nuovo picco per i casi negli USA: piu’ di 82.000 in un giorno. 13 stati hanno avuto la loro peggiore settimana – avvertimenti di un ulteriore aumento con il freddo. Dall’inizio di ottobre, l’aumento e’ stato inesorabile e senza una fine in vista. L’aumento dei ricoveri in ospedale e’ salito del 40% in un mese. Fra gli stati in forte aumento, il Wisconsin ha avuto il giorno record di morti: 47.



PRIMA PAGINA



-      Seconda ondata in Europa. Con un grande grafico a colori diversi a seconda dell’intensita’ del contagio. Un improvviso aumento dei casi di malati gravi sta minacciando le capacita’ degli ospedali in Europa. Gli infettati in Francia,Italia, Spagna e Polonia sono adesso piu’ soggetti a dover essere ricoverati che negli USA.



-      Dopo il dibattito, il clima prende il posto centrale. Le dichiarazioni di Biden alla fine del dibattito sulla necessita’ di produrre energia con mezzi non inquinanti, ha scatenato le ire dei repubblicani che l’h…

BANKSY: Record da Sotheby, una nuova opera e un film!

Immagine
Da dove comincio, quando si parla di Banksy le notizie si susseguono e non sono mai banali, mentre il mondo si ferma, impaurito e attonito, lo street artist invece non smette di stupirci. La notizia “più fresca” di oggi, viene da Londra, il famoso dipinto di Banksy 'Show Me The Monet', datato 2005 della serie “Crude Oil” opere classiche riviste come la Marilyn Monroe di Warhol, ‘I nottambuli’ di Hopper e ‘Il vaso di girasoli’ di Van Gogh, è stato battuto all'asta da Sotheby's per 9,9 milioni di dollari in favore di un collezionista privato asiatico. È il secondo prezzo più alto mai pagato per un'opera dell'anonimo street artist di Bristol dopo "Devolved Parliament".



L’opera è una libera reinterpretazione dello “Stagno delle Ninfee” di Monet, un capolavoro che Banksy ha realizzato inserendo due carrelli della spesa e un cono stradale che riaffiorano dall’acqua. Sembra da indiscrezioni che ben cinque collezionisti si siano contesi l’opera, rialzando l’o…

Trump? Sarebbe un fallimento anche come dittatore

Per far bene un lavoro (o anche semplicemente per poterlo fare) abbiamo bisogno di certi requisiti e anche di certe situazioni esterne che possono favorire la nostra ricerca.



Parlo di qualunque lavoro: perfino quando cerchi lavoro come volontario in qualche ente di carità, ti chiedono se hai certi requisiti.



Ho fatto questo ragionamento in un momento di particolare disperazione per la situazione politica americana, a pochi giorni dalle elezioni, con un presidente che minaccia continuamente di non accettare i risultati elettorali se perde. Che è un classico inizio di dittatura. E per consolarmi mi son chiesto: ma potrebbe/saprebbe fare il dittatore?



Trump potrebbe (meglio saprebbe) fare il dittatore?



Perchè anche fare il dittatore è pur sempre un lavoro, e come tutti i lavori ha bisogno di requisiti e circostanze. La risposta, grazie a Dio, è stata del tutto negativa ed ecco qui il filo del ragionamento.



Requisito di base per iniziare la scalata è la popolarità, le folle che accecate dal t…

Trump e Biden divergono profondamente su come vedono gli Stati Uniti

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 23/10/2020



NOTA PERSONALE: avevo appena finito il pezzo di oggi, quando il computer mi ha cancellato tutto e non sono riuscito a ritrovarlo neppure con l’aiuto di esperti (i miei famigliari). Purtroppo non ho tempo di riscriverlo, ne sono mortificato e chiedo scusa ai lettori. Ma per non rimanere proprio nel nulla, vi elenco i titoli dell’articolo originale.



PRIMA PAGINA.



-      Trump e Biden divergono profondamente su come vedono gli Stati Uniti. Si concentrano su virus, economia, immigrazione e clima nel dibattito finale, piu’ calmo.



-      Mancanza di soldi limita le opzioni finali del presidente.



-      Un fragile sforzo per sostenere una tradizione molto amata. Il virus ha messo la vita in sospeso. Nelle cittadine del Texas, questo significa football.



-      L’Iowa e’ aperto. Ma i clienti stanno a casa.



-      Le interferenze della Russia sono una minaccia per le elezioni, dicono gli addetti.



PAGINE INTERNE



-      L’agenzia per il controllo delle medicine …

Perle di saggezza di ottobre

"Non piangere quando tramonta il sole, le lacrime ti impedirebbero di vedere le stelle"
Rabindranath Tagore



"La sicurezza del potere si fonda sull'insicurezza dei cittadini"
Leonardo Sciascia



"Se dalla vita non hai mai avuto niente, ricordati che la vita è già qualcosa"
Jim Morrison



"La vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Quindi: canta, piangi, balla, ridi e vivi intensamente, prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi"
Charlie Chaplin



"Noi promettiamo secondo le nostre speranze e manteniamo secondo i nostri timori"
F. De La Rochefoucauld



Buon compleanno Oscar Wilde ( 16 ottobre 1854)
"La vita non è altro che un brutto quarto d’ora, composto da attimi squisiti" 

Moondo
https://moondo.info/perle-di-saggezza-di-ottobre/?utm_source=Blogger

Trump-Biden, dibattito senza scintille

A Nashville secondo e ultimo faccia a faccia fra Trump e Biden, con la nuova regola: microfono spento mentre parla l’altro, e dunque impossibilità di interrompere. Trump, impedita la cagnara, ha scelto di tenere una linea pacata, presidenziale.



S’è cominciato col Covid. Trump: «Non si può chiudere il Paese». Biden: «Fermerò il virus, non il Paese. Ma per aprire il Paese servono misure standard, le mascherine, il rispetto del distanziamento sociale, il plexigas ai tavoli dei ristoranti».



Attaccato sui maneggi del figlio, Biden ha risposto: «Mio figlio non ha guadagnato soldi con la Cina. Non abbiamo preso un penny da un'entità straniera, tu invece hai un conto in Cina dove hai pagato tasse 50 volte superiori a quelle pagate in Usa e non hai reso noto le dichiarazioni dei redditi, cosa mai c'è lì?». Un’ampia parte della discussione ha riguardato la politica estera.




In prima pagina



• In Italia ieri 16.079 nuovi contagi con 170 mila tamponi. Cresce al 9,5% il tasso di positività che…

Di Vittorio: Togliatti aveva torto!

23 ottobre 1956: a Budapest una manifestazione popolare di solidarietà con i lavoratori di Varsavia a favore di Gomulka, eletto il giorno prima a capo del partito comunista polacco contro la volontà russa, si trasforma in una rivolta: gli ungheresi vogliono che torni a capo del governo Imre Nagy, sotituito tre anni prima dall'Unione Sovietica con Rakosi.



Nella notte Nagy riceve l'incarico di formare un nuovo governo. La polizia interviene, ci sono parecchi morti per le strade, viene richiesto l'intervento delle truppe sovietiche.



Il 24 tutta l'Ungheria è in rivolta: nascono i comitati operai rivoluzionari. La polizia spara: un centinaio di morti. II giorno successivo a Mosonmagyarovar muoiono nelle strade altre 120 persone. I consigli operai chiedono il ritiro delle truppe sovietiche, ciò che avviene. Il 31 ottobre però l'Unione Sovietica decise l'invasione dell'Ungheria: Rakosi diviene prima ministro e Nagy è arrestato ed accusato di tradimento. Processato…