Post

Mo(nu)mentum. Robert Morris 2015 – 2018 la mostra a Roma

Immagine
La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma celebra l'artista Robert Morris con una mostra dedicata alla sua scultura minimal. Morris è stato infatti uno dei fondatori del Minimalismo americano, figura importante per la storia dell'arte contemporanea, della Process Art e Land Art.



Mo(nu)mentum. Robert Morris 2015 – 2018 è la prima mostra a lui dedicata dopo la sua morte, a cura di Saretto Cincinelli, vengono esposte una serie di opere realizzate da Morris negli ultimi anni della sua attività e che non sono mai state esposte prima in Europa.



La mostra è realizzata in collaborazione con la Galleria Castelli di New York e sarà possibile ammirarla alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea dal 15 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020.




Moondo
https://moondo.info/monumentum-robert-morris-2015-2018-la-mostra-a-roma/

Musica per il Pianeta con Musicians for Climate Change

Immagine
Ieri al Pantheon un flash mob, per la precisione un "real flash mob" organizzato nell'ambito delle iniziative “Musicians for Climate Change Action”, altre iniziative in diverse piazze italiane. Il motore propulsivo è un’artista, pianista, ma soprattutto una calamita di energia, Gregory Burk, moltissimi i musicisti e le persone che aderiscono alle sue iniziative e al grido musicale che lancia per salvare il nostro pianeta.



Real flash mob a Roma: Musicians for Climate Change Action



Strumenti da strada, tamburi, maracas, megafoni di cartone colorati, percussioni e qualsiasi cosa faccia musica, ritmo e coro. "La musica attraversa tutte le culture e generazioni. E’ il suono vivente dell’umanità - dichiara Greg nel frastuono della piazza e con sottofondo di tamburi – Vogliamo usare il potere della musica per portare urgenza a questa crisi ambientale. Vogliamo un futuro giusto per l’umanità” .



Real flash mob a Roma: Musicians for Climate Change Action



Insieme girando intorno…

Al via a Milano la III edizione dell’Ocean Film Festival

Immagine
Cinema



Al via a Milano la III edizione dell’Ocean Film Festival. Sarà presentata la rassegna dei migliori corti e mediometraggi dedicati alle storie che ruotano attorno al pianeta acqua. Sono tanti racconti diversi e intrecciati nell’acqua. (guarda qui il programma completo).



Presso il Teatro dell’Opera di Roma, nell’ambito degli eventi programmati in vista dell’apertura della Festa del Cinema, proiezione in anteprima del film-documentario La prima donna di Tony Saccucci, con Licia Maglietta.



Da oggi nelle sale:



La ragazza del tempo – Weathering With You di Makoto Shinkai, pellicola d’animazione sulla storia d’amore tra un ragazzo in fuga da casa e una ragazza dotata di un potere speciale.Il bambino è il maestro – Il metodo Montessori di Alexandre Mourot.Apocalypse Now – Final Cut di Francis Ford Coppola, con Marlon Brando, Martin Sheen, Robert Duvall, Frederic Forrest e Sam Bottoms. Musica



Alla Feltrinelli Ravegnana di Bologna presentazione di Tradizione e tradimento di Niccolò Fabi, i…

L’insostenibile pesantezza dell’irrazionalismo

Immagine
Chi afferma che la parte Mediorientale del Pianeta sia la madre di tutte le guerre, trascura di precisare che il padre è l’Occidente, come fornitore della maggior parte delle armi pesanti (missili, cannoni, mitraglie, carri armati, aerei) che servono per combatterle.



Per lo sbocco e le possibilità di guadagno che il Medioriente le offre, la potente industria meccanica Occidentale non conosce disoccupati. Costruttori e trafficanti di armi considerano, probabilmente, una vera “manna” la guerra persistente e atroce che le tre religioni monoteistiche, con molti rivoli scismatici ed eretici, provocano, per effetto della loro dimostrata capacità espansiva, su tutto il territorio del Pianeta.



Sospettare, quindi, che uno zampino dei fabbricanti occidentali di ordigni bellici vi sia sempre in ogni accensione di miccia in quei luoghi di particolare “sensibilità” non è proprio un “fuor d’opera”. Come diceva Andreotti: “si fa peccato a pensarlo, ma forse s’indovina”. Si può anche parafrasare ciò ch…

L’involuzione della Turchia dal laicismo di Ataturk alla dittatura religiosa di Erdogan

Immagine
Quando gli elettori capiranno che dalla politica non dipende solo il benessere economico, ma soprattutto la qualità della vita, apprezzeranno il valore della democrazia e sapranno difenderla. Più lavoro e meno tasse sono un traguardo ambito. Ma la salute, la libertà, l’avvenire dei figli e la pace contano ancora di più. L’odio dei turchi per i 50 milioni di curdi – colpevoli di chiedere uno stato indipendente – sono un esempio di follia che coinvolge l’Europa e la società occidentale. Moriranno migliaia di innocenti, altri perderanno la casa. In guerra è la povera gente ad avere la peggio.



esercito curdoBravi sindacati, scioperare aiuterà certamente
Alitalia a risolvere i problemi!




Vergogna. Nel periodo del boom turistico, nel paese più
visitato del mondo Alitalia è in crisi perenne. Sono cambiati molti manager.
Tutti incapaci? Forse non è tutta loro la colpa. C’è del marcio che non si
riesce a individuare. Ci sono aiuti di stato continui e sono intervenuti
capitali stranieri. Ma l’azienda …

Anteprima, la spremuta di giornali del 14/10/2019

Immagine
In prima pagina
• Carlo De Benedetti ha presentato un’offerta per riprendersi Gedi, ovvero Stampa, Repubblica e il Gruppo Espresso. I figli hanno risposto di no
• Tre giornalisti uccisi in Siria dai raid turchi. Erdoğan: «Sanzioni ed embarghi non ci fermano»
• La destra vince le elezioni in Polonia
• In Ungheria il sovranista Viktor Orbán ha perso Budapest
• Saied, un prof. universitario alla presidenza della Tunisia. Ha battuto il miliardario Nabil Karoui con il 72,53 per cento dei consensi.
• In Giappone oltre trenta morti per il tifone Hagibis
• Di Maio: «M5s ago della bilancia per i prossimi dieci anni»
• In molti chiedono le dimissioni della Raggi. Lei pensa a un secondo mandato
• Renzi contro Quota 100: «Stop totale, mancano le risorse»
• Berlusconi sarà in piazza insieme a Salvini contro il governo
• Doppio soccorso per l’Ocean Viking: salvati 176 migranti
• Diciassettenne accoltellato in una rissa a Trieste. È grave
• In Italia si compiono meno reati
• Una quindicenne di Vares…

Edogan attacca il popolo Curdo e l’Europa tace

Immagine
Oltre 70mila bambini, donne e uomini stanno
cercando di scappare per sopravvivere alla furia cieca della violenza turca.



Quello che sta accadendo ai curdi nel nord della Siria è gravissimo. Con un twitter il presidente degli stati uniti Trump ha ritirato i soldati che presidiavano questo territorio autorizzando di fatto l’attacco dell’esercito di Erdogan.



Erdoğan I diritti umani sono sotto attacco proprio
in questo
momento
.



Nessun Governo del mondo sembra intenzionato ad intervenire per proteggere le persone, se non qualche ridicola minaccia di sanzione alla Turchia. Ma mentre le cancellerie si parlano aumentano i morti sotto le bombe turche. Si liberano i terroristi dell’ISIS. Non possiamo più aspettare! L’Italia chiede all’Europa di non vendere armi ai turchi e l’Europa tace e tace l’Italia mentre il silenzio delle Nazioni Unite si fa assordante.   Tocca ai cittadini muoversi: non possiamo - e non dobbiamo - restare a guardare! dobbiamo fermare questa carneficina!




https://www.youtube.com/…