Post

C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino, da oggi nelle sale

Immagine
Oggi nelle sale esce l'attesissimo nono film di Quentin Tarantino, C’era una volta a… Hollywood, presentato in concorso al Festival di Cannes 2019.



La pellicola vede un cast stellare dare vita al cinema degli anni '60, la storia infatti è ambientata nella Los Angeles del 1969 e segue le vicende di un attore televisivo e della sua controfigura nel tentativo di entrare nell'industria cinematografica hollywoodiana, sullo sfondo degli omicidi della famiglia Manson.



Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie sono le stelle che brillano sul grande schermo, contornati da attori altrettanto talentuosi come: Emile Hirsch, Margaret Qualley, Timothy Olyphant, Austin Butler, Dakota Fanning, Bruce Dern, Al Pacino, Kurt Russell, Damian Lewis, il compianto Luke Perry, Victoria Pedretti, Scoot McNairy e Lorenza Izzo.



Paolo Mereghetti sul Corriere della Sera: «Convinto che il cinema gli abbia cambiato la vita, Tarantino torna a costruire un monumento alla settima arte, secondo lui capace, …

Pontida Docet

Immagine
Se c'era il bisogno di un'ulteriore prova i fatti di Pontida confermano che eravamo molto vicini al baratro. È superfluo, anzi scontato, condannare gli episodi di razzismo nei confronti di Gad Lerner, l'aggressione contro i giornalisti o la strumentalizzazione di minori per scopi politici. Sarebbe inutile sottolineare l'ovvio.



Piuttosto appare più utile analizzare la realtà e la psiche che generano pregiudizi razziali, nazionalismo aggressivo, disprezzo, appena appena velato, per le istituzioni democratiche e chi le rappresenta (il presidente Mattarella), culto verso la personalità del proprio capo indiscusso: tutte cose che fanno rabbrividire e che riaprono pagine inquietanti della nostra storia passata. È proprio vero ciò che è stato può ritornare insieme a quel senso drammatico della "banalità del male " di cui parlava Hannat Arendt. È stato devastante ascoltare invocare donne, anche anziane, probabilmente mamme, il ritorno dei "forni", è stato s…

Anteprima, la spremuta di giornali del 17/09/2016

Immagine
Clamoroso
Il gruppo Siemens ha emesso un bond che «rende» il -0,315% il tasso negativo più alto di sempre per un corporate bond.

Prima pagina
• Il nuovo partito di Renzi si chiamerà Italia Viva.
• Il partito di Renzi è stimato tra il 3 e il 5%.
• In Israele è testa a testa fra Netanyahu e Gantz
• La Spagna torna alle urne.
• Per la Cnn i missili che hanno colpito i siti petroliferi sauditi sono partiti dall’Iran.
• La novantenne derubata e violentata da due ragazzini a Messina.
• Malta nega il trasbordo a 90 migranti salvati dall’Italia.
• L’Europarlamento dà l’ok alla nomina della Lagarde alla guida della Bce. Il M5s si astiene.
• Atlantia, Castellucci se ne va con 13 milioni.
• Del Vecchio entra in Mediobanca.
• La Fed inietta 75 miliardi sui mercati finanziari per calmare le tensioni.
• Inchiesta Maugeri, Formigoni e gli altri devono pagare 47 milioni.
• Milano, pugnala militare alla stazione e urla: «Allah Akbar».
• Champions, il Napoli batte il Liverpool e l’Inter pareggia con lo S…

Barbara Dall'Angelo

Immagine
Barbara Dall'Angelo nasce a Roma, in una famiglia di grandi viaggiatori ed anche di professionisti nel settore del cinema e della televisione. Studia lettere e filosofia e si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Nel 1988 fonda la società di distribuzione Dall'Angelo Pictures, che opera nel settore cinematografico, home video, e televisivo di cui oggi è ancora amministratore.



Sotto la guida di Barbara la società acquisice sempre maggiore notorietà nei mercati internazionali e grazie alla collaborazione con le più prestigiose case di produzione americane ed europee (BBC, Buena Vista, CBS, HBO, TF1, Warner Bros, ecc.) diventa leader tra le società di distribuzione italiane.



Oggi vanta una library di oltre 800 titoli, in continua crescita, coprendo tutti i generi: dai film classici fino alle serie tv più famose, dai titoli direct to video di grandi registi alle serie e ai film di animazione seguiti dai più piccoli. Tra le acquisizioni televisive: la s…
Immagine
Alcune competenze importanti per l’identità e
l’economia dell’Italia, ha scritto Stefano Rolando, non sono state assegnate ai
nuovi commissari. Per esempio sono
sparite la cultura, il patrimonio culturale, le industrie creative, persino la
ricerca. E altro: dalle lettere individuali che la presidente Ursula von der
Layen ha redatto e inviato a ciascun commissario si comprende che il grosso
delle voci mancanti è stato assegnato alla signora Mariya Gabriel, bulgara,
appartenente al gruppo dei Popolari, ma non c’è più traccia della competenza
riguardante l’informazione ai cittadini.



Così come nel programma del nuovo governo manca
qualsiasi cenno alla riforma delle anchilosate strutture economiche del Paese,
prigioniero di uno Stato corporativo e di lobby straccione come quelle che
gestiscono concessioni statali.



Quando affermiamo che è necessario ancorarsi ad un solido europeismo significa battersi perché la gestione Von der Layen – Lagarde sia capace di innovare le politiche europee e il governo Con…

Milano: Trattoria del Nuovo Macello

Immagine
Continua a essere uno dei nostri pranzi preferiti in città per rapporto qualità prezzo quello della Trattoria del Nuovo Macello, e non siamo gli unici a pensarla così visto il pienone che si registra tutti i giorni nonostante l'ubicazione in una zona di certo né centrale, né accattivante. Merito dunque di una proposta solida e di una formula azzeccata che a pranzo, oltre alla possibilità di ordinare alla carta, prevede un menù degustazione di 4 portate (disponibile pure la sera) e una proposta all'incredibile prezzo con antipasto, primo e dolce, oppure primo e secondo o ancora antipasto e secondo.



Noi abbiamo assaggiato una discreta rivisitazione del vitello tonnato, seguita da dei semplici quanto efficaci spaghetti cotti al dente con pomodoro fresco, capperi fritti e olive taggiasche. Deliziosi i teneri totanetti proposti con crema di zucca e catalogna lasciata giustamente croccante, così come abbiamo gradito la torta caprese alle mandorle servita con una salsa fredda al cioc…

MILANO CITY FASHION: Tutti in Piscina!

Immagine
di Marina Perzy



La bellezza qualcuno diceva non ha mai fatto male a nessuno! Vedere per la città modelle dal camminare che merita uno sguardo al loro passare, da un sapore esclusivo e anche un po’ spensierato alla City, che pulsa per la settimana più invidiata dal core business: 20 milioni d’indotto più 30 per hotel, ristoranti, taxi e varie e quest'anno anche per le piscine! Sì!



Il trend è ‘sfilata in piscina’, dalla “vecchia” Cozzi, nel senso che esiste dalle mie elementari, alla nuova e più gettonata dagli stilisti, ben tre Missoni, Iceberg e Francesca Liberatore scelgono "I Bagni Misteriosi ", che Insieme al Lido, alla Ponzio e alla Cozzi, costituisce un importante patrimonio delle piscine milanesi degli anni ’30 e riportata a nuova vita con una ristrutturazione dalla Fondazione Pier Lombardo integrando gli spazi con il già esistente e quotato Teatro Franco Parenti; il tutto diretto dalla grande Andrée Ruth Shammah. Unica cosa che per tutta l'estate se volevi anda…