Post

I giochi politici aumentano le possibilità di un'insolvenza del governo

I giochi politici aumentano le possibilità di un'insolvenza del governo. La minaccia di insolvenza si è già verificata in passato, ma questa volta si presenta più grave e più probabile. I repubblicani in Parlamento si rifiutano di alzare il tetto consentito del debito pubblico, anche se il bisogno di prendere a prestito deriva dalla tendenza bipartitica di gestire grandi deficit di budget. Sono d'accordo che si debba pagare i debiti, ma si apprestano a bocciare una proposta dei democratici che consentirebbe appunto al governo il puntuale pagamento. Se il tetto non sarà alzato o sospeso, il governo non sarà più in grado di prendere denaro a prestito, dovrà scegliere fra non pagare gli stipendi dei militari, i benefici sociali come le pensioni, o gli interessi sui capitali prestati dagli investitori. Situazione molto grave, che potrebbe mettere in forse la ripresa economica, su cui tutti, anche i repubblicani, contano per il rilancio del paese. SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 27

Tornare a cinema per vedere “A Hero” di Asghar Fahradi

Immagine
Le scale di un restauro ad una delle tombe monumentali di Naqsh - e Rostam, un sito archeologico iraniano strepitoso ed emozionante, e poi le scale di un condominio popolare di Shiraz, scale da salire e scale da scendere. Le prime le sale il protagonista, un uomo che vuole ritornare alla vita, le seconde le scende una bella ragazza con un chador svolazzante con sul volto la gioia che solo l’amore può dare. Una porticina che si apre e fuori la libertà, un permesso solo per due giorni fuori dal carcere e una storia che si dipana con lentezza ma con un ritmo incalzante. Come sempre contraddizioni che si inseguono, che si intrecciano, che diventano storia, finzione e realtà. “A Hero” (in persiano Ghahreman) l’ultimo capolavoro del premio Oscar Asghar Fahradi, il genio ed il talento iraniano che non salta generazioni di cineasti. Una storia kafkiana, una storia fatta di cose non dette che diventano verità, verità che diventano calunnie e bugie, speranze che si trasformano in incubi. Premiat

Perle di saggezza Settembre 2021

Buona ripresa a tutti, augurandoci che le uniche ondate siano solo quelle di quest'estate al mare. Buona vita Tiziana "Se qualcuno ti tradisce una volta, è un suo errore, se qualcuno ti tradisce due volte è un tuo errore.“  Eleanor Roosevelt "Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che poi venga scoperto". Italo Calvino "Non sono ancora arrivato alla verità, però mi sono liberato dell'errore". Sant'Agostino "Si ha soltanto in ritardo il coraggio di ciò che si sa". A. Camus "L'uomo crede di volere la libertà. In realtà ne ha una grande paura. Perché? Perché la libertà lo obbliga a prendere delle decisioni, e le decisioni comportano rischi". Erich Fromm "Quand'ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli". Woody Allen "La cultura è una difesa contro le offese della vita". Cesare Pavese "Le cose peggiori sono sempre state fatte con l

Un informatore dell'F.B.I. era tra la folla nell'assalto al Campidoglio

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DI DOMENICA 27/09/2021 (TUTTI I TITOLI DELLE PRIME PAGINE DEI 10 FASCICOLI DI CUI È COMPOSTO IL GIORNALE DI OGGI) - 1 / 28 pagine: THE NEW YORK TIMES. Le forze di polizia, mostrano limiti nelle investigazioni su una morte. Quando un poliziotto ammazza, il Texas fa intervenire le guardie forestali. - Una nazione trasformata dalla Merkel - Un informatore dell'F.B.I. era tra la folla nell'assalto al Campidoglio. - I Marines permettono agli indiani Sikh di indossare il turbante in servizio (con foto di un soldato in uniforme e turbante) - Le scuole si affollano per i test sul covid in tutta America.  - 2 / 16 pagine. REAL ESTATE.  Un solo titolo in prima pagina, con una grande fotografia della casa:  La grande casa gialla. Affittando una villa a Brooklyn, un gruppo di artisti vivono e lavorano insieme con accanito idealismo. - 3 / 6 pagine. METROPOLITAN. Negozi che vendono marijuana fioriscono nelle terre delle tribù. Con i responsabili dello stato di N

Germania: SPD e CDU praticamente pari con (25% voti)

In prima pagina • Luca Morisi è indagato a Verona per droga • Richard Gere testimonierà a Palermo contro Salvini nel processo sul caso Open Arms • Con una larga maggioranza gli svizzeri hanno approvato il referendum sui matrimoni omosessuali • In provincia di Viterbo un uomo ha ucciso la moglie a colpi di fucile e poi si è suicidato davanti alla figlia • La vicequestore Schilirò in piazza con i No Green Pass: «Io avanti con o senza divisa» • In Italia ieri si sono registrati 44 morti di Covid. Il tasso di positività è all’1,1%. I ricoverati in terapia intensiva sono 483 (+2), i vaccinati 41.974.105 (il 70,83% della popolazione) • Un giudice federale blocca l’obbligo vaccinale nelle scuole di New York • A San Marino l’aborto è diventato legale • L’esercito israeliano ha ucciso quattro palestinesi nel corso di un’operazione contro Hamas in Cisgiordania • La Lazio ha vinto il derby di Roma: Sarri ha battuto Mourinho per 3 a 2. Per la Juventus primo successo stagionale in casa: 3-2 sulla S

Giuseppe Saragat, primo socialista Presidente della Repubblica

Saragat è il primo socialista ad essere eletto Presidente della Repubblica, dopo una vita dedicata alla politica ed alla causa del socialismo democratico. I suoi grandi avversari politici, fin dal suo ingresso nella vita politica, erano stati i comunisti, o forse più esattamente la versione leninista — stalinista del comunismo. L'elezione di Giuseppe Saragat Presidente della Repubblica 28 dicembre 1964: il Parlamento in seduta comune (deputati e senatori: non sono ancora presenti i rappresentanti delle regioni, secondo quanto stabilito dall'art. 83, n. 2, della Costituzione in quanto le regioni non sono ancora state costituite) al ventunesimo scrutinio elegge Giuseppe Saragat Presidente della Repubblica. È stata una battaglia lunga e difficile: il 7 agosto il Presidente Antonio Segni è stato colto da un ictus celebrale durante una discussione al Quirinale con Saragat, Ministro degli Esteri, e Aldo Moro, Presidente del Consiglio dei Ministri. Il 10 agosto Cesare Marzagara, Presi

Italia: crescita al +6% nel 2021

Secondo l'Economic Outlook Europe di settembre, dell'agenzia Usa Standard and Poor's Corporation ( S&P ), le stime di crescita dell'Italia nel 2021 sono salite al +6%(dal +4,9% previsto a fine giugno), per il 2022 ci si attende una crescita al +4,4%, mentre per il 2023 del +1,8%. ln rialzo anche le prospettive di crescita dell'Europa. Stando a quanto si legge nel Report S&P: "Il rimbalzo dell'economia europea da quando sono state tolte le restrizioni in marzo-aprile è stato sorprendentemente forte, sia in termini di Pil che di occupazione, spingendoci ad alzare le nostre stime di crescita al 5,1%, dal 4,4% della nostra precedente previsione". S&P Global ha alzato le stime di crescita dell'Italia nel 2021 al +6%, dal +4,9% previsto a fine giugno. Limate da +4,9% a +4,4% quelle per il 2022 mentre è confermata una crescita del +1,8% nel 2023. Moondo https://moondo.info/italia-crescita-al-6-nel-2021/?utm_source=Blogger