Post

Ma non è una cosa seria

Le strade romane (e, temo, anche altre) sono costellate da manifesti di promozione funeraria basati, al contrario di quanto sinora, su facili effetti comici, giochi di parole inerenti la morte, espressioni curiose e divertenti. Le agenzie funebri paiono, dunque, decise a rimuovere quel tanto di tetro e “nefasto” che le accompagnava giustificando quei gesti apotropaici che si facevano al passaggio delle loro nere vetture. Non vi sarebbe nulla di male, dunque. Manifesti e simboli forse un poco sgradevoli se si ha una morte troppo vicina, ma in fondo innocui e talvolta persino divertenti. Spesso, però, l’innocuo, il flebile, ha una valenza rivelatrice ben maggiore del potente e ben costruito. Esso è spesso il segnale di qualcosa di talmente profondo che non si osa dire e nemmeno pensare. Affiora in superficie grazie alla sua apparente “non pericolosità”, passa nelle coscienze grazie alla sua facile percepibilità. Voglio dire che dietro quelle costose affissioni non vi è soltanto la voglia

Macron a Roma

Macron è a Roma. Ha incontrato Mattarella e oggi con Draghi firmerà il Trattato del Quirinale, sul tavolo anche il "caso" Telecom. Colpo di scena in Telecom: Gubitosi ha fatto sapere di essere disposto a dimettersi dalla presidenza per agevolare l’operazione Kkr. Oggi il cda in cui Vivendi potrebbe sfiduciarlo. In prima pagina • La maggioranza ha trovato un accordo su come spendere gli otto miliardi per il taglio delle tasse: l’Irpef passa da 5 a 4 scaglioni • L’Ema ha dato il via libera al vaccino Pfizer per i bambini tra i 5 e gli 11 anni • La deputata no vax Sara Cunial non potrà più entrare alla Camera senza green pass • In Italia ieri si sono registrati 71 morti di Covid. Il tasso di positività è al 2,1%. I ricoverati in terapia intensiva sono 588 (+15), i vaccinati 45.554.227 (il 76,87% della popolazione) • Da lunedì il Friuli-Venezia Giulia passa in zona gialla • Bryan Adams è atterrato a Milano con il Covid • È stata individuata una nuova variante del coronavirus in S

Roma riparte dall’arte e da una nuvola

Immagine
Una sfida vinta quella di Roma Arte in Nuvola , un’occasione straordinaria per rilanciare l’arte a Roma. Sicuramente dopo tanti giudizi, opinioni e polemiche un po’ pretestuose apparse sulla stampa e i social, Alessandro Nicosia, può’ dirsi soddisfatto. La Nuvola è una location sempre emozionante che in questi anni ha avuto molteplici vite. Le fiere, gli eventi ospitati dall’ opera di Fuksas, tra le più riuscite sicuramente “Più libri Più liberi” che apre i battenti tra poco e mille altre iniziative, è stata nell’ultimo anno anche uno dei Centri vaccinali più grandi d’Italia. Un luogo che sa trasformarsi e che sa ospitare il bello e il necessario, il primo piano immenso, divisibile a piacimento, uno spazio modulabile, pareti che ci sono e poi cambiano, corridoi, angoli e spazi che puoi anche solo immaginare e poi il piano che conduce alla Nuvola, la luce che inonda le vetrate, Roma fuori con il suo traffico e la sua architettura e come per salire in cielo scale mobili e poi ancora altr

Fermiamo la violenza sulle donne!

Il 25 novembre dovrebbe essere sempre, ogni giorno dovremmo ricordare questi numeri assurdi, che ci dovrebbero far vergognare perché tutto ciò accade sotto i nostri occhi e si consuma a pochi passi da noi. Nel 2021 ogni giorno in Italia 89 donne sono state vittime di violenza. Secondo l'ultimo resoconto della Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato, nel 36 per cento dei casi, l'autore del femminicidio è stato il marito o il convivente. Le vittime hanno superato 100 e nell’ultima settimana ci sono state sei vittime. Segneremo il viso con un segno rosso,oggi, moltiplicheremo le iniziative e saremo tutte impegnate a ricordare le vittime e a condannare la violenza. Ma oltre alle manifestazioni sarebbe bello poter avere leggi più dure contro il femminicidio, e soprattutto sentenze e giudizi che non lascino alcuno spazio a dubbi e visioni distorte. Molte delle vittime avevano provato a scappare, ad allontanare il pericolo e la minaccia, ad allertare le forze dell’ordine

In arrivo il super green pass

Il Consiglio dei ministri ha deciso che il super green pass entrerà in vigore dal 6 dicembre anche in zona bianca. Draghi: «Con queste misure salveremo il Natale» Da lunedì l’Italia potrebbe iniziare a vaccinare contro il Covid i bambini dai 5 agli 11 anni. L’ha detto il presidente dell’Aifa. In Italia ieri si sono registrati 85 morti di Covid. Il tasso di positività è salito al 2,2%. I ricoverati in terapia intensiva sono 573 (+13), i vaccinati 45.526.047 (il 76,83% della popolazione). Il 69% dei tedeschi è favorevole all’obbligo vaccinale In prima pagina • In Germania socialdemocratici, verdi e liberali hanno trovato l’accordo per formare il governo. Il cancelliere sarà Olaf Scholz • In Cina il tasso di natalità è sceso ai minimi dal 1978 • È naufragato un gommone che trasportava migranti partiti dalla Francia e diretti in Gran Bretagna. Decine i morti. È la peggiore tragedia avvenuta nel canale della Manica • È morto Ennio Doris, il fondatore di Banca Mediolanum. Aveva 81 anni [vedi

Le nazioni ricche competono per attrarre lavoratori stranieri

Le nazioni ricche competono per attrarre lavoratori stranieri. Rendendo più accessibili i visti per colmare i vuoti in una forza lavoro che invecchia.  Mentre l'economia globale si riscalda, è cominciata una battaglia per i giovani capaci. Con le pratiche del visto facilitate e promesse di residenza permanente, molte delle nazioni ricche mandano messaggi ai migranti di tutto il mondo: si cerca aiuto. Adesso. La Germania, per esempio, dove le autorità hanno detto che il paese ha bisogno di 400.000 immigranti  all'anno per lavori che vanno dall'Università all'aria condizionata, una nuova legge offre facilitazioni per il visto e 6 mesi per visitare il paese e trovare lavoro. Il Canada progetta di offrire la residenza a 1,2 milioni di nuovi immigranti entro il 2023. Israele ha fatto un accordo con il Nepal per far arrivare un certo numero di lavoratori nel settore sanitario. E l'Australia progetta di raddoppiare il numero di immigranti ammessi annualmente. Con grande fo

Per quanto sta in te

E se non puoi la vita che desideri cerca almeno questo per quanto sta in te: non sciuparla nel troppo commercio con la gente con troppe parole in un viavai frenetico. Non sciuparla portandola in giro in balía del quotidiano gioco balordo degli incontri e degli inviti, fino a farne una stucchevole estranea. (Costantino Kavafis) Sono versi che mi ritornano alla mente ogniqualvolta sono sopraffatta da cocenti delusioni nei rapporti umani, da conti esistenziali che non tornano, da speranze disilluse, da attese tradite. È la vita, mi dico, ma intanto la ferita resta e a volte fa molto male. E allora? È necessario riflettere. Darsi una spiegazione è indispensabile per cercare uno stile di vita più confacente alle proprie aspettative ma soprattutto è indispensabile per continuare a credere che la vita è un'opportunità da non sprecare anche quando "fa male", per imparare a prendere dignitosamente le distanze dal tossico che può contaminarla.  Per quanto sta in te, consiglia Kavaf