Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2020

Gli anticorpi super potenti contro il coronavirus

«Non tutti gli anticorpi sono uguali. Alcuni sono più muscolosi di altri, e questo con un nemico come il coronavirus può fare la differenza. Per questo oggi uno dei fronti della ricerca si occupa di identificare gli anticorpi più forzuti nel sangue delle persone che dal Covid sono guarite. Il passo successivo è quello di ricrearli in laboratorio e usarli come terapia sotto forma di anticorpi monoclonali. Ieri un gruppo guidato dall’università di Washington, di cui fa parte anche l’ospedale Sacco con l’infettivologo Massimo Galli, ha pubblicato su Science la scoperta di due anticorpi particolarmente muscolosi. Testati sui criceti, hanno messo k.o. Sars-Cov-2, bloccando la famosa spike (la punta della corona) che il coronavirus usa per legarsi alle cellule umane e il recettore Ace2 che funge da chiavistello di ingresso» [Dusi, Rep]. In prima pagina • A Napoli un ragazzino di undici anni si è lanciato dalla finestra di casa ed è morto dopo un volo di undici piani. Ha lasciato un biglietto

La scuola ha una missione: emozionare

In quanto docente sono convinta di svolgere il lavoro più bello e più importante al mondo, quello di poter contribuire, pur con le mie debolezze e i miei limiti, alla formazione delle generazioni future a cui è affidata la costruzione di un mondo migliore. Il trascorso anno scolastico, che in realtà sembra non essere mai terminato ma rimasto come sospeso in un tempo indefinito, mi ha vista alle prese con la moderna tecnologia per svolgere la Didattica a distanza. Abituata alla pagina del libro, al suo “tocco“, al suo “sapore” non avevo compreso fino in fondo le potenzialità dei mezzi informatici. Per la prima volta ho dovuto fare i conti seriamente con i loro vantaggi ma anche con i loro limiti e con il dominio assoluto che hanno nella vita dei giovani. Ho compreso che la sfida della scuola del futuro è nella loro corretta gestione. Non c'è alcun dubbio che il degrado morale e, quindi, culturale in cui siamo precipitati è determinato anche da una scuola spesso incapace e\o impossib

Le interruzioni di Trump mandano il primo dibattito in totale caos

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 30/09/2020 PRIMA PAGINA Soffocati i discorsi di politica e di idee. Biden chiama Trump “clown”.   In un caotico incontro di 90 minuti, i due rivali hanno espresso un livello di disprezzo reciproco mai visto nella storia moderna americana. Battute tipiche della serata: Biden " Sei il peggior presidente che l’America abbia mai avuto".  Trump: " In 47 mesi ho fatto di piu’ di quanto hai fatto tu in 47 anni".   Il moderatore non e’ quasi mai riuscito a zittire Trump quando, cioe’ sempre, interrompeva fuori tempo. Biden piu’ volte, anche parlando mentre Trump interveniva, si e’ rivolto direttamente agli americani tutti, guardando dritto nella telecamera. Il razzismo di Trump e’ venuto fuori anche formalmente, quando si e’ rivolto a gruppi di estrema destra dicendo “stand back and stand by” (“state calmi e state all’erta”). L’intera copertura del dibattito occupa tre pagine complete del giornale, ma sostanzialmente non e’ venuto fuori nien

La Sfinge piccina picciò

La Sfinge piccina picciò è l'enigmistica che si rivolge ai bambini raccontata a volte con sorprendente delicatezza: tre indovinelli del 1922 di Bruno Ferroni, attraverso la forma di fiaba, nascondono soggetti facilmente individuabili, ma che sono gli stessi dei tre giochi del già riportati nella puntata precedente . PRIMA FIABA Bello, lucente, biondo, / c'era una volta un Re che governava il mondo / proprio da capo a pie'. Levatosi, al mattino, senza valletti e dame, girava pian pianino / per tutto il suo reame! Tornava solo a sera / nel vecchio appartamento: tra i sudditi non v'era / chi fosse malcontento; però, col ciel coperto / o, peggio!, se pioveva, ciascun sapea di certo / che il Re non si vedeva. SECONDA FIABA Esile, un po' gobbina, / avea una figlia il Re, chiamata Biancolina, / non saprei dir perché!... Molto sentimentale, / usciva sol di notte ed era l'ideale / d'innamorati a frotte. Crescendo, rotondetta / si era già fatta e piena, quando curva

Trump e Biden: primo duello TV tra insulti ed offese

96 minuti, interruzioni continue, insulti ed offese. Trump: "Tu non sei intelligente, ti sei laureato con voti bassi", "Non fai comizi come li faccio io perchè non ci verrebbe nessuno", "Sei in politica da 47 anni e non hai combinato nulla", "Tu vuoi chiudere di nuovo il Paese e far crollare l’economia", "Tuo figlio è un drogato", "La sinistra radicale ti ha in pugno". Biden: "Ma la vuoi smettere di abbaiare?", "Sei un clown e un bugiardo", "Sei il peggior presidente che l’America abbia mai avuto", e rivolgendosi alla telecamera: "Dopo tutte le bugie che vi ha raccontato quest’uomo, come potete credergli ancora?" In prima pagina • La confessione di Antonio De Marco, il killer della coppia di Lecce: «Li ho uccisi perché erano felici, mi è montata la rabbia» • È stata arrestata in Siria Alice “Aisha” Brignoli, l’italiana che aderì all’Isis. Rimpatriata insieme ai quattro figli • Per l’infe

Al Rose Garden un evento degno di Kim Jong-un

È stato imbarazzante guardare in televisione la cerimonia per la presentazione della candidata alla Corte Suprema Usa da parte del presidente Donald Trump lo scorso sabato al Rose Garden della Casa Bianca. L'imbarazzo non aveva nulla a che fare con la giudice designata, la 48-enne conservatrice Amy Coney Barrett, che verrà confermata o meno dal Senato in base ai suoi meriti e demeriti per sostituire la liberale Ruth Baden Ginsburg, recentemente deceduta. E non era nemmeno generato da Trump, che si è attenuto al discorso scritto e che ha letto in modo molto presidenziale.              L'imbarazzo proveniva dalla vista del pubblico presente, che pareva composto invece che da cittadini di una Nazione libera e democratica, da partecipanti ad una manifestazione del dittatore nord coreano Kim Jong-un. Dalle riprese televisive in diretta a partire dalle ore 17:00, si stima che si trattasse di un pubblico di circa 200 persone. E mentre vari commentatori si sono soffermati sul fatto che

Perle di saggezza di settembre

Voglio solo augurare a tutti noi " in bocca al lupo " e oggi più che mai BUONA VITA . Andrà tutto bene se tutti faremo la nostra piccola ma determinante parte. " La Terra è un bel posto e vale la pena lottare per lei ". Ernest Hemingway " La donna sarebbe più affascinante se si potesse cadere tra le sue braccia senza cadere nelle sue mani ". Ambrose Bierce " Chi impara ma non pensa è perduto; chi pensa ma non impara è in pericolo ". Confucio " Un dono non ti appartiene veramente sino a quando non hai detto grazie ". B. Powell "Ci sono due modi di diffondere luce; essere la candela o lo specchio che riflette". Edith Wharton "L'odio è uno dei piaceri più duraturi:gli uomini infatti amano in fretta, ma odiano con calma". G. Byron Grazie sempre Oscar! "I giovani sorridono senza motivo. È uno dei loro principali motivi di fascino". Oscar Wilde Moondo https://moondo.info/perle-di-saggezza-di-settembre/?utm_so

Covid 19 e criminalità: un appello di Moondo

Un mercato stravolto dalla pandemia e dal lockdown, una applicazione delle norme dell’emergenza e delle nuove sanzioni senza badare al contesto, un eccesso di tasse, una burocrazia ottusa, una carenza di liquidità sono i fattori che stanno determinando la chiusura del 30% delle imprese commerciali. Lo si deduce da una indagine della confcommercio/swg: delle 800.000 imprese commerciali e dei servizi dopo il lockdown hanno riaperto circa l’80% e in particolare la crisi ha colpito duro su bar e ristoranti per cui hanno potuto tirare su la saracinesca soltanto il 73% con una perdita di ricavi che va dal 50 al 70%. Una situazione ideale per gli affari della criminalità organizzata. Un allarme di cui si è fatta interprete l’associazione dei consumatori Codici che - a margine del processo al clan Gambacurta di cui aveva chiesto la condanna per associazione a delinquere finalizzata all’usura, allo spaccio e traffico di sostanze stupefacenti - ha voluto esprimere tutto il proprio impegno di con

La facciata televisiva di Trump ha salvato le sue finanze e aiutato la sua ascesa

PRIMA PAGINA I documenti delle tasse rivelano un’ancora di salvataggio di 427 milioni costruita sui miti derivanti dal programma “ Apprentice” (alla TV italiana “L’apprendista”).   Nel 2004, prima del primo episodio, disse testualmente: “ Ho usato il mio cervello, ho usato la mia abilita’ nelle trattative. Adesso la mia compagnia e’ piu’ grande che mai e piu’ forte che mai”. Tutte menzogne. Nella dichiarazione delle tasse di quell’anno, risulta una perdita di 89,9 milioni. Proprio da lui, quasi 20 fa era gia’ esattamente come adesso, vanaglorioso, bugiardo. Ma indubbiamente, il programma fu un grande successo finanziario. Un riquadro all’interno, sotto il titolo “Trump, imprestando il mio nome a prodotti ad alto prezzo”, ci fa alcuni esempi: 500.000 da Domino Pizza, 500.000 dai biscotti Oreos, 850.000 da un detergente, piu’ di 15 milioni da una fabbrica di materassi. Numerose fotografie, con didascalie:  Successo. Scopre che puo’ avere facili guadagni imprestando il suo nome a edifici

I votanti latini fanno sentire la loro voce contro Trump

Univision Noticias, il telegiornale della principale rete TV in lingua spagnola negli Usa, ha rilasciato i risultati di un sondaggio presso gli elettori ispanici per il voto delle presidenziali americane. Il sondaggio è stato condotto dalle società di ricerca Latino Decisions [con sede a Seattle, Washington] e North Star Opinion Research [con sede ad Alexandria, Virginia] nel periodo 17-24 settembre 2020. L'ex vice presidente Joe Biden è avanti di 42 punti tra gli ispanici che si sono registrati per votare il 3 novembre. Questi escludono i votanti dello stato della Florida, dove il vantaggio si riduce a 16 punti. Nel dettaglio: *In Florida il 39% degli ispanici approva l'operato del presidente Donald Trump, mentre a livello nazionale l'approvazione scende al 30%. *Il 73% degli intervistati non é contento di come Trump ha affrontato la pandemia, mentre il 61% crede che Biden avrebbe fatto meglio. *Il 59% degli ispanici crede che Biden sará migliore di Trump per quanto riguar

Guerra tra Armenia e Azerbaigian

Rassegna stampa dal 21 al 27 settembre 2020 La guerra congelata dal 1994 si è riaccesa improvvisamente durante la notte del 27 settembre quando l'esercito azero ha bombardato le postazioni delle forze indipendentiste armene che avevano attaccato e poi ha lanciato una controffensiva. Immediatamente i separatisti armeni hanno proclamato la legge marziale e la "mobilitazione generale". Armenia e Azerbaigian hanno fatto lo stesso a distanza di poco hanno fatto lo stesso. " Il governo ha deciso di dichiarare la legge marziale e la mobilitazione generale ", ha scritto su Facebook il premier armeno Nikol Pashinyan. La presidenza azera ha comunicato la proclamazione della legge marziale e il coprifuoco nella capitale Baku e in altre città. Una guerra di propaganda e di accuse reciproche a colpi di comunicati e post sui social. Come viene riportata dall’ANSA almeno 32 separatisti armeni sono stati uccisi, secondo una nota ufficiale. Almeno 15 soldati separatisti della r

Il vaccino per l’influenza aiuta contro il Covid?

Stando allo studio realizzato dal Centro Cardiologico Monzino di Milano, il normale vaccino anti-influenzale aiuta a combattere il Covid. Dalla ricerca emerge che, durante il lockdown, nelle regioni con un più alto tasso di copertura vaccinale tra gli over 65 ci sono stati meno contagi, meno pazienti ricoverati con sintomi, meno pazienti in terapia intensiva e meno morti per Covid-19. I ricercatori stimano che un aumento dell’1% della copertura vaccinale negli anziani avrebbe potuto evitare 78.560 contagi. «Secondo l’analisi indipendente della Fondazione Gimbe, le scorte basteranno a garantire il vaccino solo a 1 italiano su 3, considerando i 60 milioni che vivono nel nostro Paese. E addirittura 7 regioni (Piemonte, Lombardia, Umbria, Molise, Valle d’Aosta, Abruzzo e Basilicata) e 2 province autonome (Trento e Bolzano) rischiano di non poter assicurare la profilassi gratuita neppure al 75% delle categorie a rischio. L’allarme riguarda anche “l’esigua disponibilità dei vaccini nelle far

Un coro di promesse aspettando progetti e riforme

Qualcosa, a parole, si muove nell'azione di governo. Il Presidente del Consiglio intende mettere dei paletti al cosiddetto "reddito di cittadinanza", per le pensioni a "quota 100" annuncia che il provvedimento dal 2022 non sarà rinnovato, aggiunge che sull'uso dei fondi europei (209 miliardi di euro già teoricamente assegnati) si gioca la credibilità dell'Italia e così di seguito sull'onda rinfrancante di un formale successo elettorale della coalizione 5Stelle-Pd. Tutto, a parole, va bene. Ma, dopo le parole si aspettano i fatti, e qui il cammino diventa arduo. Prendiamo la situazione nella scuola. Dopo tanti annunci su strombazzate attrezzature avveniristiche, migliaia di studenti sono costretti a seguire le lezioni seduti per terra, senza banchi e senza sedie. Decine di migliaia di cattedre sono in attesa di essere occupate da titolari e supplenti. Ci sono stati 5-6 mesi di tempo per provvedere, il ministro della pubblica istruzione e l'amminis

Trump: battaglia sulla revisione dei conti e niente tasse sul reddito da due decenni!

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DEL 28/09/2020 PRIMA PAGINA -      A tutta pagina, su due righe: Le tasse del presidente mostrano croniche perdite, battaglia sulla revisione dei conti e niente tasse sul reddito. Tutti i presidenti che hanno preceduto Trump hanno pubblicato le loro tasse come un obbligo non strettamente legale, ma certamente etico. Trump, nonostante insistenze e pressioni pubbliche e private da varie parti, si e’ sempre rifiutato, ma adesso il New York Times e’ riuscito a mettere le mani sulle sue dichiarazioni dei redditi sia personali che societari degli ultimi 15 anni. Il centro della prima pagina e’ occupato da 5 miniarticoli di cui riporto i titoli: Trump non ha pagato la tassa sul reddito per quasi tutti gli ultimi due decenni. Il presidente e’ in battaglia con l’I.R.S. (l’ente di controllo delle tasse). Le pressioni finanziarie sul presidente stanno solo aumentando. Ha ricevuto dall’ estero piu’ soldi di quanto si sapeva. Vaste detrazioni dalle tasse gli hanno perm

Figli eletti in Campania

Tra gli eletti in Campania: Vittoria Lettieri, figlia del Lettieri sindaco di Acerra; Giuseppe Sommese, figlio del Pasquale Sommese signore delle tessere nel Nolano oggi defilato per via della magistratura; Giampiero Zinzi, figlio del Domenico che fu presidente della provincia di Caserta, ex deputato, ex eurparlamentare; Bruna Fiola, figlia di Ciro, presidente della Camera di Commercio; Mario Casillo, figlio di Franco, demitiano, «un potente di ieri e di oggi»; Andrea Volpe, figlio di Mimmo, sindaco di Bellizzi e «acchiappavoti della provincia salernitana»; Annarita Patriarca, «undicimila voti raccolti nel mare magnum del mondo di mezzo dell’area stabiese, da Gragnano fino a Castellammare, in cui per buoni vent’anni ha regnato suo papà Francesco, prima deputato, poi senatore, devoto di Antonio Gava e condannato in via definitiva a nove anni di reclusione per concorso esterno in associazione di stampo mafioso», ecc. [Caporale, Fatto]. In prima pagina • A Milazzo un sottufficiale di 40 a

La prescelta ha un record di voti solidamente a destra

SFOGLIANDO IL NEW YORK TIMES DI DOMENICA 27/09/2020 Come sempre la domenica, il New York Times e’ composto di fascicoli separati, oggi 9 . Eccoli, ognuno con la sua notizia principale. - 1 / 34 pagine: e’ il fascicolo di apertura, intitolato ovviamente The New York Times. In prima pagina, grande fotografia della Barrett, la giudice appena scelta da Trump per rimpiazzare la Ginzburg alla Corte Suprema. A destra, l’articolo principale: La prescelta ha un record di voti solidamente a destra. Sottotitolo :La Barret vista da tutti come erede di Scalia.  L’articolo descrive con molti dettagli e grandi elogi il suo curriculum universitario, poi la sua carriera come insegnante alla stessa universita’, poi il suo lavoro per il giudice Scalia e infine la sua nomina a giudice federale alla corte d’appello di Chicago. Scalia, deceduto nel 2016, era sempre stato il piu’ importante membro dell’ala conservatrice della corte. Lei e’ molto religiosa, dichiaratamente contraria all’aborto, appartiene, c

Appunti di un artigiano dell'olio

Un anno si sale e uno si scende: una forma tradizionale di ginnastica oratoria in cui si esercitano da tempo i soliti noti esperti del mercato dell’olio dalle olive che nel nostro Paese, fondatore della dieta mediterranea, è stato declassato a grasso alimentare da poco prezzo surclassato dall'olio spagnolo e dall'olio Cuore. Così anche quest’anno si sono messe in movimento le cassandre per dire la solita iettatura, di olio italiano ce ne sarà almeno centomila tonnellate in meno dello scorso anno (2019 = 360.000 tonnellate), facendo finta di dimenticare che è già successo tante volte per cui la produzione italiana è ormai inferiore a quella tunisina. È arrivata la perturbazione atlantica che ha segnato la fine della lunga e calda estate del bel paese. E nelle regioni del Sud hanno iniziato a tirar fuori le reti per la raccolta delle olive, che stando alle previsioni non saranno molte, ma ci potremo consolare perché saremo in buona compagnia, infatti tutti i paesi del Mediterrane

Balzo record dei prezzi delle case

Ascolta in podcast Nei mesi del lockdown i prezzi delle case in Italia hanno fatto un balzo record. Secondo le stime preliminari dell’Istat, nel II trimestre 2020, l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie è salito del 3,1% sul trimestre precedente e del 3,4% nei confronti dello stesso periodo del 2019. È l’aumento tendenziale più ampio da quando è disponibile la serie storica. L’Istat precisa che i dati «fanno riferimento a contratti siglati tra aprile e giugno ma le cui condizioni si sono perfezionate, per lo più, prima del lockdown». Contemporaneamente all’aumento dei prezzi, infatti, si è verificato un drastico calo del numero di compravendite di immobili residenziali (-27,2% nel secondo trimestre che segue un -15,5% del primo trimestre) [Cavestri, Sole]. Cambio alla presidenza del New York Times A fine anno Arthur Sulzberger jr si dimetterà da presidente e membro del consiglio di amministrazione del New York Times. Il posto sarà preso dal figlio A. G. Sulzberg

Ue: è ancora battaglia sulle misure anti Covid

C'è grande confusione sotto il cielo di Bruxelles. Nonostante l’ottimismo e l’unità di facciata, gli interessi contrapposti dei singoli paesi non sono stati certo accantonati e rischiano di far saltare in aria quelle intese sulle strategie anti Covid che avevano fatto parlare di svolta epocale. Sono due i più recenti segnali di divisioni profonde difficili da superare: il braccio di ferro in atto tra Europarlamento e Consiglio che ha fatto slittare l’approvazione del Recovery Fund e la fuga in avanti della Germania che, in contrasto con le dichiarazioni ufficiali della Commissione Ue, ha annunciato che farà debito di bilancio fino al 2024. Ma andiamo per ordine. L’Europarlamento e il Consiglio sono in guerra sul prossimo bilancio pluriennale Ue (2021-2027), una guerra che al momento sembra senza via d’uscita. E finché non c’è un accordo su questo dossier, sette Paesi hanno fatto sapere che non daranno il via libera formale al Recovery Fund. Impedendo di conseguenza la ratifica nei