Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2019

Milano, Singin’ in the Rain

Al Teatro Nazionale di Milano un nuovo allestimento di Singin’ in the Rain (Cantando sotto la pioggia). Valeria Crippa sul Corriere della Sera: «Piove. L’ombrello è aperto, il lampione è illuminato e l’uomo in posizione sghemba ha tutta l’aria di voler ballare. Cantando. Rinasce Singin’ in the Rain, in assetto al 100 per cento made in Italy (a eccezione della canzone del titolo, in inglese). Verace anche nella pioggia: 400 litri d’acqua a doccia sul palco (attrezzato “a piscina” per contenerli) nella scena conclusiva della prima parte. Così il cult movie che vide sfavillare, nella Hollywood degli anni Cinquanta, la triade formata dall’atletico Gene Kelly (anche regista con Stanley Donen), dal rosso e mercuriale Donald O’Connor e dalla cinguettante Debbie Reynolds, divenuto musical nel West End londinese nel 1983, mette ora le tende da noi nella nuovissima produzione di Stage Entertainment, diretta da Chiara Noschese. […] Dedicato alla memoria di Manuel Frattini, camaleontico divo del …

Milano: Dedans Bistrot, Colazione, Aperitivo, Brunch

Immagine
Conferma di voto per questo locale, un bistrot della Provenza, informale e colorato. Anche se l’offerta è ampia e ricopre diversi momenti della giornata, noi abbiamo deciso di provarlo per la colazione mattutina, quando è il momento di assaggiare dei buoni croissant che ricordano molto quelli d’Oltralpe, contraddistinti da una pasta soffice e una crosta esterna dall'avvolgente fragranza di burro e perfetta ed equilibrata croccantezza; delizioso quello alla crema provato durante la nostra visita. Chiaramente, ad una colazione francese che si rispetti, non possono mancare il pain au chocolat e le baguette con pane, burro - anche salato - e marmellata. Siamo rimasti meno soddisfatti del caffè: una tazzina sottoestratta, dalla crema di scarsa consistenza. Ben eseguito, invece, il cappuccino dalla piacevole e solida schiuma.



Milano: Dedans Bistrot, Colazione, Aperitivo, BrunchDedans Bistrot: ambiente



Oltre all'accogliente sala interna, invasa dai profumi del forno, il locale ha anche…

Dall'"autunno caldo" all'"autunno nero": quali prospettive per l'Italia dopo 50 anni

Immagine
Nell'autunno del 1969, esattamente cinquant'anni fa, si avviò in Italia un poderoso movimento di rivendicazioni e lotte sindacali che prese il nome di "autunno caldo". Il Paese usciva da un lungo periodo di crescita che, dalla metà degli anni '50 e buon parte de successivi anni '60, aveva dato vita al cosiddetto miracolo economico. L'Italia era rinata dalle rovine della guerra, il lavoro non mancava e partiva la spinta a migliorare le condizioni di vita delle classi  lavoratrici.



Autunno caldo, manifestazioni e proteste in tutta Italia, era il 1969.Seguì una lunga stagione di confronto sociale anche aspro che portò  la società nazionale, nel suo complesso, a raggiungere equilibri sociali ed economici più adeguati anche nei confronti  degli standard internazionali in cui l'Italia si era decisamente inserita.  A distanza di mezzo secolo, si è giunti ad un nuovo punto di partenza, che questa volta può essere assunto come "autunno nero". 



Due eve…

“L’Io diviso” di Donald Trump

Immagine
Nei miliardi di anni del Cosmo (anche se è arbitrario e “troppo umano” contare “in anni” il fluire dell’eternità) i tanti secoli dell’egemonia del pensiero giudaico-cristiano-islamico sulla parte prevalente del pur minuscolo Pianeta-Terra rappresentano soltanto, come il cantico di un grillo (nella nota filastrocca) “una gocciola nel mar”.



Ciò non toglie che il “trillo” di quel campestre animaletto possa risultare “assordante” e “fastidioso” se, nello stesso lasso di tempo (sempre ammesso che non sia altrettanto arbitrario usare la nozione di tempo, parlando di infinito) accompagna gli esseri umani nel loro percorso terrestre.



E’ a tale “disturbo” che deve avere pensato Donald Trump, dopo avere focalizzato la sua attenzione sulla compressione subita dalla libertà di iniziativa economica dei suoi contemporanei dell’Occidente della Terra, per opera del capitalismo monetario, fondato (ovviamente per interposte persone) sui due pilastri religiosi dell’ebraismo e del cristianesimo.



Le due reli…

Parma, XIII edizione del Barezzi Festival

Parma la XIII edizione del Barezzi Festival. Rai News: «Un cambio di passo, una nuova prospettiva: la tredicesima edizione del Barezzi Festival, dal 15 al 17 novembre al Teatro Regio e all’Auditorium Paganini di Parma, porterà anche quest’anno una proposta coraggiosa, originale e anticonformista, con un programma musicale ricco e di altissimo livello. Dagli alfieri del post-punk britannico, Echo & The Bunnymen, a colui che ha trasformato Berlino nella capitale dell’elettronica, il producer Apparat, fino alla nuova stella del soul J.P. Bimeni, senza trascurare la musica italiana d’autore, rappresentata da Vasco Brondi, Cristiano Godano, Dente, Francesco Di Bella, Renzo Rubino e Fil Bo Riva. E, ancora, l’originalità degli amatissimi Nouvelle Vague, il folk rock di Scott Matthews, la musica da camera del Quartetto Coll’Arco e il dj-set infuocato di Marcellus Pittman. Il festival prende il nome dalla figura di Antonio Barezzi, il mecenate che per primo riconobbe il talento del giov…

Torino: 16PincoPallo, wine bar e barbiere

Immagine
16Pincopallo è un’ottima idea per una pausa pranzo invitante e sfiziosa. Il locale non dispone di una cucina al suo interno e per le preparazioni si avvale di alcuni laboratori attrezzati, ecco perché troverete principalmente piatti freddi ma comunque molto stuzzicanti. La scelta si divide tra insalate, roast-beef, battuta al coltello, panini e bruschette di varie dimensioni; alla carta si aggiungono anche due menù combo. Per il nostro pranzo abbiamo ordinato un’insalata “Frank” composta da lattuga mista, uova, acciughe, olive taggiasche e basilico, ben bilanciata e saporita, e delle bruschette con pane nero, caprino, pomodorini confit, basilico e scalogno, dove il sapore piacevolmente acido del caprino ben si sposava con la dolcezza dei pomodorini confit e lo scalogno. In chiusura abbiamo assaggiato un brownie con frutti rossi e panna, con quest’ultima soffice e poco dolce. Da bere non manca una buona scelta di birre e vini, sia locali che fuori regione.



Torino: 16PincoPallo, wine bar…

Venezia, la luna e le tangenti

Immagine
Venezia sott’acqua, danni incalcolabili, un patrimonio
culturale unico al mondo vicino al tracollo, la basilica di San Marco invasa
dall’acqua proveniente dal mare e quindi altamente pericolosa per il suo alto
contenuto di sale per la conservazione di opere d’arte risalente a secoli fa.



Il Mose una struttura faraonica di cassoni metallici che l’aria compressa dovrebbe sollevare al largo della Laguna per contenere le acque nella loro corsa verso la città è ancora incompleto: manca, a quanto affermano le autorità competenti, meno del 5% delle opere da realizzare, con una spesa di altri 7/800 milioni di euro, in aggiunta ai 7 miliardi già spesi, comprese i 33 milioni di tangenti accertati (ma altri sostengono che si tratta di un centinaio) un gruppetto di persone è stato condannato: qualcuno sconta la pena agli arresti domiciliari nella sua bella villa in terra ferma.



Venezia acqua alta e Mose: progetti e polemiche.Fino a questo punto è una storia (quasi) di ordinaria
amministrazione: fuori da…

“Un’Altra Capri, Storie Vere, Miti e Intrighi Isolani” di Luciano Garofano

Immagine
Nella pressoché sterminata bibliografia sull’Isola di Capri e il suo inossidabile Mito, anche nel mondo così detto globalizzato, merita un’attenta lettura il nuovo, interessantissimo libro Un’Altra Capri, Storie Vere, Miti e Intrighi Isolani”, del giornalista caprese Luciano Garofano, edito dallaPromediacom, con la prefazione del prof. Renato Esposito. Luciano Garofano, giornalista pubblicista dal 1992, è stato direttore del settimanale “Capri Oggi” e responsabile della redazione caprese del quotidiano “Il Golfo” oltre ad essere stato corrispondente di diverse testate regionali e nazionali. Già autore di “Spadaro, il mito meglio riuscito di Capri, dopo Tiberio” (2007) e di “Capri in Etichetta” (2018), ha voluto raccogliere in questa pubblicazione gli articoli più significativi che ha scritto su alcune storie, spesso inedite e curiose, su alcuni intriganti spaccati di colore e su certi personaggi che, tra Ottocento e Novecento, hanno popolato l’Isola divenuta, a fronte delle sue frequ…

Concorso Vere Imprese di GoDaddy: il 22 novembre scopriremo i vincitori

Immagine
Il primo aprile scorso è stato dato il via al contest Vere Imprese lanciato da GoDaddy, azienda che gestisce la più grande piattaforma cloud del mondo. Vere Imprese è il concorso che dà la possibilità a Imprese Individuali, Tech Startup e Piccole e Medie Imprese (ad link), di vincere 3 piani di comunicazione professionali del valore di 20.000€ per promuovere la propria attività online.



GoDaddy offre un’occasione per poter dare vita alle proprie idee, creare la propria realtà lavorativa con un sito web professionale che possa attrarre clienti e dare il via all’attività. L’azienda del resto ha alle spalle oltre 18 milioni di clienti in tutto il mondo ed oltre 77 milioni di nomi di dominio in gestione, numeri che la rendono tra le migliori aziende del campo, il posto giusto per poter dare slancio alla propria impresa.



Concorso Vere Imprese, 22 novembre fase finale



Il grande giorno dello step finale del concorso Vere Imprese è fissato per il 22 novembre 2019 a Milano dove verranno decretat…

La scomparsa del Maestro Abbado

Immagine
La scomparsa del Maestro Claudio Abbado ha sconvolto e addolorato tutti, i capi di Stato e i comuni cittadini non necessariamente appassionati di musica sinfonica. Perché non era solo il bravissimo musicista. Era anche un uomo educato, corretto, elegante, al servizio della musica e dei suoi cultori, intelligentemente generosissimo, spiritoso se ricordiamo il rapporto con Benigni quando ha presentato "Pierino e il lupo". Era anche bello nel senso più autentico (qualità non trascurabile nelle figure carismatiche) ricco di un sorriso travolgente, comunicativo, aggraziato, instancabile produttore di idee e di opere, basta pensare alle orchestre che ha organizzato e portato al successo. Mi fermo perché non c'è ragione di eccedere.



Mi ha addolorato anche sapere che è mancato per colpa di un tumore allo stomaco per il quale era stato sottoposto ad un intervento chirurgico diversi anni fa. E' difficile accettare una notizia del genere. Quando nel 1996 i due ricercatori austr…

La difesa della modernità di Alain Touraine

Immagine
Nel suo ultimo libro “In difesa della modernità”, il sociologo francese, Alain Touraine, sostiene che, mentre per i Greci era centrale la preoccupazione di una “verità” immutabile come garanzia dell’ordine, la “modernità” si sarebbe allontanata da una tale ricerca di stabile e confortante conoscenza, scoprendo il fascino del movimento che consisterebbe, in buona sostanza, nella raggiunta coscienza dell’uomo di non essere più “creatura” ma “creatore” di se stesso.



Quanto alla società, Touraine, dopo avere introdotto nel linguaggio comune dei nostri tempi il termine post-industriale, ritiene che la società non sia un monolite statico e omogeneo ma che sia, invece, formato da insiemi in continua trasformazione, mai definiti e finiti. In altre parole, la società produrrebbe se stessa, trasformandosi; non, però, autonomamente, ma secondo una programmazione del potere tecnocratico che ormai la dominerebbe.



Alain Touraine



Altra intuizione importante del sociologo francese è il rilievo prepond…

Salone dei pagamenti 2019: il commento del Direttore Sodano

Le banche tradizionali si rivolgono a un mercato ampio e hanno un sistema di offerta che tende a soddisfare cittadini, famiglie e imprese. Per questo tipo di banche il modello di redditività tradizionale è a rischio perché hanno una struttura di costi da industria ricca, ma un volume di ricavi da industria povera. Questa difficoltà a generare ricavi nasce da due fattori, la crisi economica che ha abbassato il livello di domanda e nuovi vincoli normativi che rendono più difficile sviluppare business. Le banche stanno cercando soluzioni, per esempio aumentando le dimensioni attraverso operazioni di fusione che su un orizzonte temporale medio-lungo non sempre generano i benefici attesi. Altra soluzione èla riduzione dei costi, attraverso la razionalizzazione della rete delle filiali. Tuttavia, anche questa leva non è detto che generi benefici voluti, perché sicuramente ha un impatto sulla contrazione dei costi ma non necessariamente aumenterà il volume dei ricavi. 



Che fare? Nuovi prodott…

Oggi il 65% di Venezia sarà sott'acqua

Immagine
Succede Oggi



Piogge e temporali sul Nord, sul Centro e sulla Sardegna; neve sull’arco alpino. Sole e nuvole sul Sud e sulla Sicilia. Temperature in diminuzione • È la prima Giornata nazionale del fisiatra • La sentenza di secondo grado del Borsellino quater • Luigi Di Maio incontra i delegati regionali di Emilia-Romagna e Calabria • A Torino e a Bologna manifestazioni parallele e contrapposte di Italia Viva e del Partito democratico • A Pescara, il concerto di Claire Huangci dedicato a Scarlatti, Schubert, Brahms e Rachmaninov • Una mostra per Gillo Dorlfles a Trieste • Gli azzurri affrontano la Bosnia (Rai Uno) • Il Vangelo di oggi: Chi cercherà di salvare la propria vita, la perderà.







Acqua alta a VeneziaIl governo ha adottato un decreto per Venezia che attiva lo stato d’emergenza dopo la grande marea che ha messo in ginocchio la città. Già stanziati i primi fondi per ristabilire i collegamenti. Il premier Conte ha spiegato che ci saranno due fasi per i risarcimenti: «La prima ci cons…

Roma: Knick Knack Yoda, Hamburger, Wine Bar

Immagine
In una zona ad alta densità turistica come San Pietro, dove abbondano locali che hanno fatto della quantità il loro punto di forza, fa piacere riscontrare che alcuni posti, come questa hamburgeria, continuino a proporre qualità, anche se solo in un’offerta fatta prevalentemente di panini. Il pane, nonostante sia cambiato il fornitore (ora è un panificio della zona), è sempre molto buono, soffice e leggero, e gli ingredienti dei panini gustosi e ben assemblati, come testimoniato dal panino con straccetti di manzo, parmigiano, rucola e aceto balsamico da noi assaggiato. Sul fronte dei fritti, sfiziose le chips croccanti e non unte, meno convincente il supplì (in misura extra large) con salsiccia e broccoli dal cereale scotto e dal sapore blando. Per quanto riguarda il bere, sono disponibili birre alla spina, in bottiglia e qualche tipologia di vino, sia bianco che rosso.



Roma: Knick Knack Yoda, Hamburger, Wine Bar



Knick Knack Yoda: ambiente



Il bancone che prima era sulla destra entrando or…

Intervista esclusiva di Davide De Marinis

Immagine
Uno strepitoso successo la partecipazione al “Tale e Quale show” per il brillante e simpatico cantautore Davide De Marinis. Una personalità vulcanica, accompagnata da una geniale creatività e una passione sconfinata per la musica, che hanno permesso a De Marinis di distinguersi sia sul palco di “Ora o mai più”, sia su quello dell’ultima edizione “Tale e Quale show” in cui, vestendo i panni di Vasco Rossi, è riuscito anche a conquistare il podio della serata. Una carriera ormai ventennale come autore di numerosi famosi brani, cantati da alcuni dei più interessanti artisti del panorama musicale italiano.  L’artista si racconta così nella seguente intervista.



Ci racconti l’esperienza vissuta al Tale e Quale show?  Se le aspettative che avevi sono state appagate o deluse?



Aspettative in realtà non ne avevo molte, l’unica cosa che immaginavo era che fosse un’avventura bella tosta. Direi che il pensiero è stato confermato. Abbiamo affrontato tante ore di prove ogni settimana, però è stata un’…

Milano: Sushi B, ristorante giapponese

Immagine
Situato nel cuore di Brera, Sushi B è un bel ristorante giapponese dove fermarsi anche per un aperitivo di qualità. Disponibile dalle 19 alle 21.30, l’Happy Hour propone un drink a scelta e tre piccoli finger food creati appositamente dalla cucina, che nel nostro caso si sono rivelati tutti ben fatti, a partire dai rolls con salmone e avocado fino ad arrivare alla crocchetta di patate e alga wakame e alla chips di mais con polpa di granchio; fragranti le patatine fritte. La lista del bere è ben strutturata, con vini al calice, per lo più bianchi e bollicine, dai prezzi piuttosto alti, e diversi cocktails molto originali, tra i quali abbiamo scelto l’ottimo “ginger shouga” a base di zenzero, lime, ginger beer e sciroppo di zucchero, equilibrato e dissetante. Chi ha voglia di rinforzare il proprio aperitivo può sempre scegliere dei piatti dall'invitante menù.



Milano: Sushi B, ristorante giapponese



Sushi B: ambiente



Il piacevole dehor, che assomiglia a un piccolo giardino pensile, è il …

Hamburger realizzato con ingredienti di origine vegetale, in vendita anche in Italia

Immagine
Succede Oggi:



Giornata mondiale della sensibilizzazione sul diabete • Due sentenze sul caso Cucchi • L’ottocentesimo anniversario della fondazione dell’Università di Padova • I diritti dei cattivi alla libreria Rizzoli di Milano • Sogni, incubi e visioni di Pupi Avati a Bologna • La biografia di Platini • Il Razmataz di Paolo Conte • Festival Donizetti a Bergamo • I Cigarettes After Sex all’Alcatraz di Milano • In sala l’ultimo film di Christian De Sica •  Flamenco al Regio di Torino • Hitchcock in mostra a Genova • I libri, i film, i concerti, le prime teatrali • La Carrà intervista Luciana Littizzetto (su Rai Tre) • Il Vangelo di oggi: quando verrà il Regno di Dio



Tempo
Pioggia sul Nord-ovest e sulla maggior parte delle coste tirreniche; possibile neve sul Piemonte. Nuvole e un po’ di sole sul resto d’Italia.



Arriva in Italia l'hamburger 100% vegetale



Burger King a breve venderà anche in Italia il Rebel Whopper, un panino con un hamburger senza carne, realizzato con ingredienti di or…

Italiani brava gente

Immagine
Liliana Segre con la scorta per le minacce ricevute in quanto “sporca ebrea”. Nella partita contro il Verona il calciatore Ballotelli viene talmente tanto insultato (“negro, scimmia, mangia le banane “) che la partita si interrompe. Ad Alessandria una signora rifiuta di far sedere accanto a se sull’autobus una bambina di 7 – SETTE – anni perché di colore. Durante una partitella di calcio una madre insulta un bambino nero (“sporco negro vattene a casa tua”) che ha fatto un punto a sfavore del figlio. A settembre a Cosenza un bambino marocchino di 3 – TRE – anni viene steso con un calcio allo stomaco da un padre perché si era avvicinato alla figlia nel passeggino.



Potremmo
andare avanti, purtroppo a lungo. Ma fa male. E  viene da chiedersi: dove
sono gli “italiani brava gente”? Cosa siamo diventati?



Razzisti, intolleranti, terrorizzati dal diverso, soprattutto se povero. Una paura intensa e molto spesso ingiustificata, alimentata da pregiudizi sapientemente fomentati da chi su questi sentim…

Maltempo in tutta Italia: a Venezia allagata la Basilica di San Marco, forti disagi al sud

Immagine
Succede Oggi:



Giornata mondiale della gentilezza • Udienza preliminare per l’omicidio di Serena Mollicone • Trump annuncia i dazi sull’import di auto europee • Erdoğan a Washington • Vertice di maggioranza per delineare la nuova legge elettorale • Apre BookCity • Fabio Volo e Pirandello a Torino • I tre del Volo presentano a Bologna la loro ultima raccolta («non siamo vecchi, siamo classici») • Il Vangelo di oggi: Gesù e i dieci lebbrosi.



L’acqua alta a Venezia ieri alle 22.45 ha raggiunto i 187 centimetri. Non accadeva dal 1966, quando toccò i 194 centimetri. Ha allagato piazza San Marco, ha invaso la Basilica ed è arrivata al millenario pavimento a mosaico marmoreo, danneggiando i mattoni e le colonne del nartece e anche i marmi sostituiti di recente. Il ministro dei Beni culturali Franceschini ha inviato gli ispettori per valutare i danni. L’allagamento del nartece della Basilica è un evento rarissimo che ha solo cinque precedenti dal IX secolo a oggi. Sei volte dunque in 1.200 anni.…

Roma de La Pecora Nera, scopri tutte le novità!

Immagine
E' con grande piacere e soddisfazione che oggi vogliamo rendere partecipi tutti i nostri fedeli clienti ma anche chi ancora non ci conosce bene di un'importante cambiamento che rappresenta una svolta per La Pecora Nera. Ma prima vogliamo parlarvi un po' di noi, di chi siamo e di cosa facciamo, motivo per il quale molti di voi ci hanno scelto come migliore guida del settore enogastronomico.



La Pecora Nera Editore



La Pecora Nera editore




La
Pecora Nera è una casa editrice specializzata nel settore
enogastronomico. Già dal nome vogliamo trasmettere la nostra
intenzione di rappresentare una voce fuori dal coro nel mondo della
gastronomia. E quella che per noi poteva sembrare un'utopia è
divenuta una realtà grazie soprattutto all'ottimo successo
riscontrato sin da subito. Conosciamo ora la nostra storia prima di
menzionare un evento che segna una significante svolta per la casa
editrice.



Abbiamo fondato la casa editrice nel 2005 da sempre specializzata nel settore enogastronomico e…

Per un possibile “buongoverno” del Bel Paese

Immagine
Tutte le discussioni che stanno interessando la pubblica opinione sul cosiddetto “scudo penale” reclamato dai manager di Arcelor Mittal, attuali gestori dell’ILVA di Taranto, sono emblematici del caos globale che regna nel Bel Paese.



Gli Italiani sembrano incapaci di ragionare secondo logica e raziocinio e di trarre insegnamenti utili e validi non soltanto per il caso specifico da risolvere ma per tutto il complesso di problemi che affliggono la nostra vita collettiva. Lo “scudo” di cui si parla è, in buona sostanza, un’esenzione da responsabilità penale e amministrativa che è stata garantita dallo Stato a chi doveva operare per il risanamento del complesso industriale pugliese.



E’ l’effetto di una legge che i Romani avrebbero definita “in privos lata” che, invece, di rivedere “per tutti” regole che hanno dimostrato di essere ingiuste, dannose e nocive ne elimina gli effetti “per alcuni”, creando una situazione di “privilegio”, giudicata dai nostri antenati di per sé odiosa. Comunque, d…