Un italiano su sei crede che la Shoah sia un’invenzione

Succede Oggi:





Sole su gran parte del Nord, nuvole e un po’ di pioggia sul Centro, sole e nuvole sul Sud. A mezzanotte (le 23 ora britannica) inizia ufficialmente il periodo transitorio che si concluderà a fine anno con l’effettiva uscita del Regno Unito dall’Unione europea • Draghi insignito dai tedeschi della Croce al merito. Polemiche • Riunione della Lega araba al Cairo • Inaugurazione dell’anno giudiziario di Cassazione • Alle 14.30 Di Maio si collega in teleconferenza con l’ambasciata italiana a Pechino • Torino, Il martire fascista di Adriano Sofri al Circolo dei Lettori, il libro di Marzullo alla Sala Movie • Severgnini con Italiani si rimane al Teatro Vittoria di Roma • András Schiff suona Schubert a Milano • Roma, Susanna Mälkki con l’orchestra di Santa Cecilia all’Auditorium Parco della Musica di Roma, Renato Zero al Palasport • Il Vangelo di oggi: il Regno di Dio è come un granello di senape.





Per un italiano su sei la Shoah è un’invenzione





Dal 2004 a oggi si è moltiplicato per 6 il numero di italiani convinti che la Shoah non sia mai avvenuta. Erano nel 2004 il 2,7%, oggi sono il 15,6%. Lo sostiene il Rapporto Italia 2020 dell’Eurispes. In aumento, sebbene in misura meno eclatante, anche chi ridimensiona la portata della Shoah, dall’11,1% al 16,1%. E ancora, il 19,8% pensa che «Mussolini sia stato un grande leader che ha solo commesso qualche sbaglio». Secondo la maggioranza degli italiani, recenti episodi di antisemitismo sono casi isolati, che non sono indice di un reale problema di antisemitismo nel nostro Paese (61,7%). Al tempo stesso, il 60,6% ritiene che questi episodi siano la conseguenza di un diffuso linguaggio basato su odio e razzismo.
«La maggioranza relativa di chi sostiene che la Shoah non abbia mai avuto luogo si trova tra gli elettori di centrosinistra (23,5%), mentre a sinistra sono il 17,1%, al centro il 19,2 e nel centrodestra il 13,8%. A destra si scende al 12,8» [Giannoni, Giornale].





Campo di concentramento di Auschwitz
Campo di concentramento di Auschwitz - Photo credit: John Ondreasz by Pixabay

A Torino due parole, Sieg Heil, sono comparse sul campanello dell’appartament di una donna iscritta all’Anpi e figlia di un partigiano. Una minuscola etichetta, con accanto il simbolo delle SS e una svastica. Letteralmente Sieg Heil significa «saluto alla vittoria» ed era il motto che risuonava durante le adunate naziste. Un nuovo episodio inquietante dopo le scritte antisemite dei giorni scorsi a Mondovì, nel Cuneese e a Giaveno, nel Torinese.





Clamoroso





Le mascherine antivirus che compriamo in farmacia sono prodotte a Wuhan [Ma. Le., Tempo].
«Nei negozi di via Condotti la mascherina è ormai una costante, ai confini della scaramanzia, del non è vero ma ci credo perché le probabilità che tra i 20-25 mila turisti cinesi che ogni giorno visitano Roma ci sia un portatore del coronavirus che si è diffuso da Wuhan è bassa, ma non può essere esclusa. Altra scena in centro a Roma: una comitiva di turisti asiatici percorre un marciapiede e un passaggio stretto, alcuni romani arrivano dall’altra parte e si coprono il viso con il giaccone. C’è poi l’estetista cinese che ricorre a un cartello e avverte che il personale non torna nel paese di origine da molti anni» [Evangelisti, Mess].





In prima pagina





• Ricoverati allo Spallanzani di Roma i primi due casi di coronavirus in Italia: sono due turisti cinesi. Conte: «Non c’è da preoccuparsi». Una nave da crociera con seimila persone a bordo è rimasta bloccata tutto il giorno a Civitavecchia perché tra i passeggeri c’era una donna cinese con la febbre. I test hanno accertato che non ha il coronavirus. L’Oms ha dichiarato l’emergenza sanitaria «globale». C’è un sesto caso di contagio in Francia. La Russia chiude il confine con la Cina. Un diciassettenne disabile nella Cina rurale è morto di fame perché i familiari sono stati messi in quarantena
• Il Consiglio europeo ha dato l’ok all’accordo sulla Brexit. Da mezzanotte la Gran Bretagna non sarà più un membro dell’Ue
• Per un italiano su sei la Shoah è un’invenzione. Lo dice un rapporto dell’Eurispes che mostra anche come Mussolini sia sempre più rivalutato
• A Torino scritte naziste sul campanello della figlia di un partigiano
• L’inviato Onu in Libia denuncia: «La tregue di fatto non c’è più». L’Unhcr ha sospeso l’attività nel centro di Tripoli che ospita i rifugiati in transito: «Troppo pericoloso»
• Palloni incendiari e raid aerei al confine tra Gaza e Israele
• Tensioni nel centro-destra: Salvini vuole ridiscutere le candidature di Fitto (FdI) in Puglia e di Caldoro (Fi) in Campania. Altolà della Meloni.
• Mario Orfeo prossimo direttore del Tg3
• L’Europa impone il caricabatteria unico per i cellulari (da luglio)
• L’Istat fa sapere che i lavoratori autonomi sono al minimo storico. La disoccupazione giovanile è ancora al 28,9%
• Deutsche in profondo rosso: il 2019 s’è chiuso con 5,7 miliardi di perdite. Ma l’ad Sewing si dice «ottimista»
• È stato scoperto un tunnel segreto lungo più di un chilometro tra il Messico e la California
• Apple dovrà pagare 838 milioni di dollari di danni per brevetti violati
• Ancora materie miste per la seconda prova scritta della Maturità. Al Liceo classico la soluzione più temuta: traduzione dal greco e analisi in latino
• Djokovic batte un Federer non al meglio e conquista la finale degli Australian Open
• Oggi si chiude il calciomercato. La Lazio vuole Giroud, il Milan ha preso l’esterno belga Saelemaekers e la Juventus sta per vendere Emre Can al Dortmund
• La donna di 52 anni massacrata per tre giorni di botte dal marito che poi s’è giustificato: «Mi tradiva con tanti uomini. Io uscivo, e loro, nascosti nella campagna, entravano in casa»
• È morto il disegnatore Jason Polan: voleva fare il ritratto a tutti gli abitanti di New York.





Cultura e Spettacoli





Al Circolo dei Lettori di Torino presentazione di Il martire fascista di Adriano Sofri (Sellerio) (ore 17.30). Alla Sala Movie di Torino presentazione di Non ho capito la domanda. 365 dubbi e rovelli per tutto l’anno di Gigi Marzullo (Rai Libri) (ore 19.30). Apre al Museo archeologico nazionale di Napoli la mostra «Lascaux 3.0» (fino al 31 maggio). Al Teatro Vittoria di Roma presentazione di Italiani si rimane di Beppe Servegnini (Rizzoli) (ore 21). All’Auditorium Parco della Musica di Roma concerto dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia diretta da Susanna Mälkki con Alexander Malofeev (ore 20.30). Al Teatro Colosseo di Torino concerto di Mario Lavezzi, che presenta … E la vita bussò (ore 21). Altri concerti: Renato Zero è al Palazzo dello Sport di Roma, Sergio Cammariere al Teatro Apollo di Lecce, il Banco del Mutuo Soccorso all’Auditorium Parco della Musica di Roma.



Moondo
https://moondo.info/un-italiano-su-sei-crede-che-la-shoah-sia-uninvenzione/?utm_source=Blogger

Commenti

Post popolari in questo blog

La casa di Magnum P.I. verrà demolita segnando la fine di un'era

Porta scorrevole esterno muro: una scelta di design

The Real Kattegat: sai dove si trova realmente questa terra?