Cambio vita!

Chiudo tutto, baracca e burattini, getto alle ortiche quel meraviglioso posto fisso per essere finalmente una persona libera e aprire il chiosco di grattachecca in Jamaica. E poi viaggio in camper con la famiglia, salto su un catamarano e salpo fino al prossimo vento del sud...
Sfidante eh!





Il tenore dell'ultima sessione di coaching non era esattamente questo perché la persona si chiedeva se passare da un posto fisso a un altro. Se finirla con il pendolarismo o continuare questa relazione con le stazioni, i bus, le persone vicin' vicin' da sentirne gli aromi.





Un capo peggiore di un altro, uno stipendio minore ma vicino casa.
Il dilemma appare di minor rilevanza del cambio vita verso la Jamaica. Eppure la persona si sente incastrata. Non ci dorme la notte. Soffre.





Quello che attanaglia è la grande domanda: "e se poi mi accorgo che ho scelto la cosa sbagliata?"





Pensa tu se invece non te ne accorgi. Pensa tu invece se stai dove sei che tanto ti fa schifino, non schifissimo, ma schifino, perché di là potrebbe in effetti essere proprio una melma.





Facciamo che invece di pre-occuparti di qualcosa che non sai come sarà fino a che non ci vivrai, ti occupi di tutte le informazioni che hai e delle azioni che puoi fare. Il resto è ignoto a chiunque.





La paura come prima emozione bloccante e lo stato d'animo che lascia di indecisione e smarrimento non sono cose da poco: vanno capite, non sminuite e neanche giustificate da renderci incapaci di agire. Vanno capite.





E potrei dirti che la lista di pro e contro non basta.
Tu, nella pratica che possa aiutare altre persone oggi, come hai preso quella decisione quella volta?



Moondo
https://moondo.info/cambio-vita/?utm_source=Blogger

Commenti

Post popolari in questo blog

Letture estive: “Io sono il Potere”, ovvero il cinismo rarefatto

Riserva Naturale Lago di Posta Fibreno: un’oasi verde al confine tra Lazio, Molise e Abbruzzo!

Porta scorrevole esterno muro: una scelta di design