Come apparecchiare la tavola per le grandi occasioni? La mostra di Milano propone 10 idee ispirate ai film più famosi attraverso i secoli

Conviviando - L’arte della tavola tra passato e futuro è il titolo della mostra che racconta in modo scenografico la storia della mise en place a partire dal ‘600 fino ai giorni nostri ed oltre. Allestita nelle stanze dell’Appartamento del Principe di Palazzo Reale a Milano, sulle tavole si vanno ad amalgamare tra loro galateo, moda, lifestyle e cinema.

Apparecchiare la tavola attraverso i secoli e i film


[caption id="attachment_5188" align="aligncenter" width="600"]apparecchiare la tavola Conviviando - L’arte della tavola tra passato e futuro (elledecor.it)[/caption]

Rivoluzionaria, essenziale o sfarzosa, l’apparecchiatura delle grandi occasioni è il tema portante di questa mostra, esplorato attraverso oltre tre secoli e una serie di film divenuti iconici.

[caption id="attachment_5189" align="aligncenter" width="600"]apparecchiare la tavola Conviviando - L’arte della tavola tra passato e futuro (elledecor.it)[/caption]

Attraverso 10 installazioni vengono ricreati tre secoli di tendenze su come apparecchiare la tavola per le grandi occasioni. I dettagli sono gli elementi dominanti delle scenografiche tavole con numerosi richiami film memorabili, come Marie Antoinette, Il Gattopardo, Il Grande Gatsby, Morte a Venezia, A Single Man e Io sono l'amore.

[caption id="attachment_5190" align="aligncenter" width="800"]apparecchiare la tavola Conviviando - L’arte della tavola tra passato e futuro (elledecor.it)[/caption]

Si parte quindi dal periodo barocco ottocentesco in cui la tavola diventa un vero e proprio palcoscenico adornato da una scenografia fatta di ortaggi, metalli preziosi e porcellana raffinata sullo stile di Marie Antoinette di Sofia Coppola.

[caption id="attachment_5191" align="aligncenter" width="600"]apparecchiare la tavola Conviviando - L’arte della tavola tra passato e futuro (elledecor.it)[/caption]

Lo sfarzo lascia il posto all’etichetta, il gusto borghese guida la mise en place che è caratterizzata da decorazioni floreali e vasellame ton sur ton.
L'Art Déco novecentesca invece, si esprime attraverso le scenografie del Il Grande Gatsby. Poi si passa alle ultime stanze dove troviamo il moderno eclettismo dei Sixties e il futuro minimal ed essenziale.

La mostra è stata inaugurata il 25 gennaio e sarà possibile visitarla fino al 15 febbraio 2018.
Moondo
http://abitare.moondo.info/?p=5186

Commenti

Post popolari in questo blog

Letture estive: “Io sono il Potere”, ovvero il cinismo rarefatto

Riserva Naturale Lago di Posta Fibreno: un’oasi verde al confine tra Lazio, Molise e Abbruzzo!

Porta scorrevole esterno muro: una scelta di design