Porta scorrevole esterno muro: una scelta di design

Parlando di porta scorrevole siamo abituati a pensare alla "porta a scrigno": una porta a scomparsa, incastonata con un telaio nel muro. Ma di porte scorrevoli oggi ne esistono una molteplicità, da quelle classiche interno muro (necessitano di controtelaio, già menzionate), a quelle "filo muro", fino alle più pratiche porte scorrevoli esterno muro, con o senza binario a vista.

La scelta di una porta scorrevole può essere dettata da una necessità (consentono di recuperare tutto lo spazio solitamente occupato dal raggio di apertura della tradizionale porta a battente), piuttosto che una vera e propria possibilità di arredo e soluzione di design. Ma andiamo con ordine, cercando di capire le differenze tra i vari modelli, per soffermarci poi sulle porte scorrevoli esterno muro.

Porta interno muro


Per installare questa porta interni scorrevole è necessario fissare un controtelaio scatolare nella parete. L’anta scorrevole scompare nello spessore della parete, ovviamente questa soluzione comporta un minimo di opere di muratura, oltre alla necessità di verificare che la parete non contenga pilastri o canne fumarie. La porta scorrevole interna garantisce il massimo risultato nel salvare spazio, scomparendo del tutto nella parete che la ospita.

[caption id="attachment_20689" align="aligncenter" width="838"]Porta interni scorrevole interno muro Porta interni scorrevole interno muro Ermetika - Evolution . Photo credit: Archiproducts[/caption]

Porta scorrevole filo muro


Nelle porte scorrevoli filomuro si assiste alla totale integrazione del telaio nella parete, con la scomparsa di stipiti e cornici coprifilo. Si tratta di porte a scomparsa in cui il minimalismo la fa da padrone, eliminando tutti gli elementi esterni, riducendo al minimo la parte di finitura fuori muro. Sia fisicamente che visivamente, la parete si presenta libera da stipiti e da altre finiture, lasciando alle aperture tra un ambiente e l’altro la massima continuità e fluidità.

[caption id="attachment_20688" align="aligncenter" width="840"]porta scorrevole a scomparsa filo muro Porta scorrevole a scomparsa filo muro Linvisibile. Photo credit: Archiproducts[/caption]

Porta scorrevole esterno muro con binario a vista


A differenza delle soluzioni precedenti l'installazione di questo tipo di porte non richiede alcuna opera di muratura. Grazie a binari telescopici o guide di scorrimento l’anta scorre parallela al muro o a un pannello in vetro, e vi si sovrappone.

[caption id="attachment_20687" align="aligncenter" width="800"]porta scorrevole esterna con binario a vista Porta scorrevole esterna con binario a vista. Photo credit LoftMarkt[/caption]

Oltre ad essere quindi una soluzione molto "pratica", la porta scorrevole esterna permette di ammirare l'intero design della porta, essendo questa del tutto "a vista". Questo particolare permette alle porte scorrevoli esterne di divenire delle vere e proprie opere di design, che daranno un tocco di originalità all'intero ambiente in cui saranno collocate.

[caption id="attachment_20686" align="aligncenter" width="562"]porta scorrevole esterna con binario a vista Porta scorrevole esterna con binario a vista Albed by Delmonte. Photo credit: Archiproducts[/caption]

Porta scorrevole esterno muro con binario a scomparsa


In questa versione le porte scorrevoli esterno muro sono presentate nella versione con binario invisibile: la barra di scorrimento è infatti sempre nascosta, sia quando la porta è aperta che quando è chiusa. L'effetto anche in questo caso è minimal, la porta sembra scivolare sulla parete, con un movimento del tutto naturale.

[caption id="attachment_20685" align="aligncenter" width="840"]Porta pantografata scorrevole su binario invisibile Porta pantografata scorrevole su binario invisibile Barauss. Photo credit: Archiproducts[/caption]
Moondo
https://abitare.moondo.info/porta-scorrevole-esterno-muro-una-scelta-di-design/

Commenti

Post popolari in questo blog

La casa di Magnum P.I. verrà demolita segnando la fine di un'era

The Real Kattegat: sai dove si trova realmente questa terra?

I 90 anni Milton Glaser. Il designer da cui comincia l’età moderna del city branding