Vuoi preparare dei fertilizzanti naturali per il tuo orto ed il giardino? Segui i nostri consigli!

Se sei appassionato di giardinaggio o hai un piccolo (o grande) orto ecco come poterlo rendere meraviglioso e curato utilizzando prodotti assolutamente naturali. Prepara con noi dei fertilizzanti naturali per il tuo orto ed il giardino.


Ami le verdure? Non scartare nulla: preparaci un fertilizzante naturale


[caption id="attachment_17489" align="aligncenter" width="960"]Fertilizzanti naturali Fertilizzanti naturali fai da te (foto by pixabay)[/caption]

Quando preparate delle verdure da portare in tavola restano accantonare gli scarti: dalle bucce, ai residui di cottura come l’acqua in cui sono state bollite. Questi scarti sono utilissimi per preparare un buon fertilizzante completamente naturale per le nostre piante, fiori ed orto.

Ovviamente, le verdure da cuocere devono essere assolutamente biologiche, meglio se a km 0, provenienti dal nostro orticello personale. Fare attenzione a questo dettaglio vuol dire evitare di ingerire pesticidi e successivamente inquinare la nostra terra. Tutelando così il nostro organismo e le nostre coltivazioni.

Innanzitutto, le bucce possono essere riposte in un contenitore ben chiuso coperte con acqua bollente. Fate macerare gli scarti delle verdure per due giorni. Dopodichè, scolate e filtrate il liquido ed innaffiate le piante con tale liquido.

Quando cuociamo delle verdure bollendole in acqua, questa resta e poi viene buttata. Ma sai che l’acqua di cottura delle verdure può rivelarsi un vero toccasana per le tue piante, per i fiori e per l’orto? Quindi una volta bollito le verdure, toglile dall’acqua come di consueto e conserva il liquido che potrai utilizzare per annaffiare rendendo la terra più fertile.

Hai un camino in casa? Non buttare la cenere


Se in casa hai un camino o una stufa a legna sicuramente di tanto in tanto avrai il problema della pulizia della cenere. In questo caso, potete conservare le ceneri da legna bruciata e riutilizzarle per realizzare un fertilizzante naturale. Questo fertilizzante è ottimo per nutrire la terra, poiché è ricco di fosforo, potassio, calcio e magnesio.

Anche in questo caso è opportuno porre delle attenzioni sulla legna utilizzata per produrre la cenere. Bisogna utilizzare legna che non abbia ricevuto alcun trattamento chimico, come ad esempio la verniciatura, poiché tali residui chimici possono finire nel terreno inquinando piante, fori ed ortaggi.

Per preparare un fertilizzante naturale con la cenere, basterà mischiarne un po’ con il terriccio, circa un 30% per il peso della terra. Cospargete la base delle piante con questa miscela.
Moondo
https://abitare.moondo.info/?p=6268

Commenti

Post popolari in questo blog

La casa di Magnum P.I. verrà demolita segnando la fine di un'era

Foresta Nera: boschi incantati e piccoli regni, ecco il luogo adatto alle tue vacanze con i bambini

I 10 anni di Airbnb che punta a 1 miliardo di viaggiatori l'anno con tante novità