Anteprima, la spremuta di giornali del 11/09/2019

anteprima la spremuta di giornali

Clamoroso
Nell’ultimo anno 22 vigili del fuoco sono morti per malattie legate agli attentati dell’11 settembre 2001 al World Trade Center [Virgilio, Agi].

Prima pagina
• Il Conte Bis ottiene la fiducia anche al Senato. Duello in Aula tra Conte e Salvini.
• Gentiloni è stato designato nuovo commissario Ue agli Affari economici.
• Moody’s taglia le stime per l’Italia
• Trump ha licenziato il terzo consigliere per la Sicurezza nazionale.
• Il marito di Sarah Palin ha chiesto il divorzio per «incompatibilità di temperamento».
• L’ex generale Stano dovrà risarcire le famiglie delle vittime di Nassiriya.
• Sbarcheranno a Malta gli ultimi cinque migranti della Alan Kurdi.
• Richiesti i domiciliari per il sindaco di Bibbiano.
• L’assassino del vigilante in permesso premio per i suoi 18 anni.
• Sebastiani: «Ho strangolato Elisa ma non avevamo litigato»
• Il calcio italiano parla straniero
• È morta la tifosa iraniana di calcio che si era data fuoco.
• Il Papa non ha paura dello scisma
• Brexit, l’Ue aperta a una proroga.
• La Corea del Nord lancia nuovi razzi nel mare del Giappone.
• L’acqua contaminata di Fukushima potrebbe finire nell’oceano Pacifico.
• Jack Ma ha lasciato la guida di Alibaba. Si dedicherà alla filantropia.
• Il nuovo iPhone arriva il 20 settembre.
• È morto il neofascista Stefano Delle Chiaie.





Marx
Un aneddoto a lungo tramandato su Karl Marx narra che il padre del comunismo, durante una conferenza a Londra fosse stato interrotto da un aristocratico che, con fare snob, gli chiese ironico «Dottor Marx, mi scusi, nella futura società socialista chi luciderà gli stivali?», e Marx, serafico, «Lei, naturalmente» [Riotta, Sta].





Tweet
Dal giorno dell’insediamento Trump ha messo in rete circa  diecimila tweet. Quelli che hanno influenzato i mercati sono stati 146, quasi tutti tra mezzogiorno e le due del pomeriggio [Gaggi, CdS].





Matematica
Il 33% degli studenti di terza media non raggiunge la sufficienza in italiano, il 40% è scarso o scarsissimo in matematica, con punte di più del 50% al Sud (dati Invalsi) [Riva, CdS].
Perché in matematica andiamo anche peggio che in italiano?
«Pesa il pregiudizio culturale che la matematica non sia per tutti ma per pochi eletti, preferibilmente maschi».
Colpa delle famiglie o della scuola?
«Di entrambe. Le ricerche dicono che i problemi nascono già alle elementari. Molte maestre hanno scelto la facoltà di Scienze della formazione primaria perché alle medie e alle superiori non andavano bene in matematica. Involontariamente, finiscono per trasmettere le loro insicurezze alle bambine, e in misura minore anche ai bambini. Ma il problema della didattica della matematica è più generale».
E cioè?
«Continuiamo a insegnarla come un sistema di procedure da applicare in contesti noti. Appena i ragazzi si trovano di fronte a una situazione imprevista, non sanno che pesci prendere. Invece di costringerli a ripetere migliaia di volte gli stessi esercizi finché non fanno più neanche uno sbaglio, bisognerebbe metterli di fronte a sfide logiche sempre diverse evitando di demonizzare gli errori, che sono una tappa indispensabile nel processo di apprendimento. L’intelligenza matematica non è una dote innata: va coltivata con l’allenamento, come in palestra» (Lorella Carimali, docente di matematica al liceo, finalista nel 2018 del Global Teacher Prize, il Nobel per l’insegnamento).














Moondo
https://moondo.info/anteprima-la-spremuta-di-giornali-del-11-09-2019/

Commenti

Post popolari in questo blog

La casa di Magnum P.I. verrà demolita segnando la fine di un'era

Che cos'è il roner e perché tutti ne parlano?

In Cina le Montagne Tianzi: i monti fluttuanti che hanno ispirato il film Avatar