Poche e semplici regole per pulire la cucina a fondo ed ottenere un gran risultato!

Poche e semplici regole per pulire la cucina, eliminando i microrganismi potenzialmente dannosi.


Come pulire la cucina


Come luogo preposto alla preparazione di cibi, la cucina rappresenta la zona della casa che necessita di maggior igiene. Non al punto di trasformarla in una sala perfettamente antisettica, bastano poche corrette abitudini per limitare in modo molto efficace la proliferazione di batteri o microbi.

leggi anche: L’aceto per pulire è un ottimo alleato in casa. Ecco i suoi numerosi usi!

Azioni di pulizia quotidiane


Come sappiamo, le superfici della cucina durante la preparazione dei pasti vanno pulite attentamente. In particolare occorre prestare attenzione ai taglieri, scegliendo preferibilmente quelli in materiali plastici, più igienici rispetto a quelli insegno.

[caption id="attachment_6146" align="aligncenter" width="1170"]cattivi odori Lavandino cucina (scarabeosrl.com)[/caption]

Un'altra regola basilare è la sostituzione quotidiana degli strofinacci, come pure delle spugnette per le pulizie e il lavaggio dei piatti, che andrebbero cambiate di frequente, oltre che strizzate molto bene dopo l'uso.

È importante poi sostituire quotidianamente il sacchetto dell'immondizia, che in ogni caso va tenuto sempre nella pattumiera ben chiusa.

La pulizia del lavello è  importante in quanto spesso viene utilizzato anche per lavare le verdure. I lavelli in acciaio inox continuano ad avere la supremazia dal punto di vista dell'igiene, per pulirli in modo efficace basta lavarli con gli appositi preparati o con prodotti naturali anticalcare come il limone e l'aceto bianco, per poi asciugarli con un panno in microfibra; il lavello in resina si pulisce comodamente con acqua tiepida e un comune detergente per i piatti; marmi e graniti sono invece delicati, perché porosi: si puliscono con una soluzione di acqua e bicarbonato.

Leggi anche: Vuoi eliminare l’odore di fritto in casa? Prova questi semplici trucchi!

Infine, per lavare lo scarico del lavello senza creare danni all'ambiente basta versarvi una soluzione bollente fatta con mezzo litro di aceto e un pugno di sale grosso. Poi aspettare un'ora prima di far scorrere l'acqua.
Moondo
http://abitare.moondo.info/poche-e-semplici-regole-per-pulire-la-cucina-a-fondo-ed-ottenere-un-gran-risultato/

Commenti

Post popolari in questo blog

La casa di Magnum P.I. verrà demolita segnando la fine di un'era

Viaggio in Sardegna, a Cagliari, tra eresie eretici e coscienze sporche

Cara mamma, sai qual è il peso corretto di tuo figlio?