Consigli sulla scelta e pulizia del forno, uno degli elementi indispensabili in cucina

Apparecchi fondamentali della cucina, i forni si possono differenziare notevolmente in base alla tipologia, ai materiali di costruzione, alla tecnologia dei programmi elettronici eventualmente inseriti. Consigli sulla scelta e pulizia del forno.


Le funzioni del forno


Oltre alla funzione grill che permette di gratinare i cibi attivando una resistenza posta nella parte superiore, ci può essere la funzione girarrosto, che tramite uno spiedo in dotazione permette di cuocere come in rosticceria, o la funzione “cottura programmata” con la quale si può impostare l’orario di accensione e di spegnimento del forno, alcuni modelli più avanzati hanno un programma di auto pulizia che evita le incrostazioni.

Aprire il forno meno possibile


[caption id="attachment_6187" align="aligncenter" width="960"]scelta e pulizia del forno forno(Pimasuro by pixabay.com)[/caption]

In goni caso, una prima regola da tenere a mente quando si utilizza il forno è quella di aprirlo il meno possibile a durante la cottura. L’aperta del forno provoca infatti un’alta dispersione di calore e ne consegue un alto dispendio di energie. Per questo è opportuno scegliere modelli dotati di una buona illuminazione all’interno e di una chiusura ad ampio vetro per poter verificare lo stato della cottura senza aprire lo sportello; un dopo triplo vetro sullo sportello costituirà inoltre una vera e propria barriera al calore contribuendo alla riduzione di energia.

Tipologie di forno


Il forno a gas è indubbiamente il più economico e ha il vantaggio di consentire un riscaldamento più rapido; d’altra parte risulta più difficile la regolazione della sua temperatura che può raggiungere livelli molto elevati e non scende mai al di sotto dei 13°-150° C.

Leggi anche: Aiutiamo l’ambiente: idee per detersivi economici e veramente naturali per far risplendere il forno

Per ottenere una cottura più costante si preferisce il forno elettrico che a sua volta si differenzia in due tipi: statico e ventilato.

Nel forno statico il riscaldamento impiega un tempo relativamente elevato per raggiungere la temperatura richiesta; mentre nel forno ventilato l’aria calda arriva più velocemente in ogni parte della pietanza da cuocere riducendo i tempi di riscaldamento e rendendo la cottura molto più uniforme.

Un caso a parte è il forno a microonde, in cui generalmente le onde generatore di onde elettromagnetiche provoca un’eccitazione molecolare atta a generare calore molto velocemente. Se da un lato consente un notevole risparmio di energia, dall’altro non permette di ottenere gli stessi risultati di sapore e croccantezza dei forni tradizionali. Si rivela quindi utile soprattutto a riscaldare o scongelare i cibi.

La pulizia del forno


Un forno davvero efficiente deve rispondere anche a requisiti di perfetta igiene. Per pulirlo sarebbe meglio evitare di ricorre a prodotti chimici aggressivi che potrebbero lasciare resti sulle superfici anche dopo il risciacquo più accurato. Quindi per impedire le incrostazioni il forno andrebbe pulito subito dopo l’uso possibilmente ancora tiepido, passando sulle pareti e sulle griglie una spugnetta bagnata in acqua e ceto. Si dovrà poi sciacquare con acqua tiepida e asciugare con un panno morbido.

Da scartare le spugnette abrasive e le pagliette che potrebbero graffiare la superficie: se le pareti sono molto sporche, si potrà utilizzare una spazzola con setole in plastica avendo cura di usarla con delicatezza e impiegare un detersivo per piatti diluito, da risciacquare poi perfettamente per la pulizia del forno. Per il microonde meglio evitare i detergenti liquidi preferire invece una spugnetta bagnata solo con acqua, da passare su ogni parte, dopo l’utilizzo.
Moondo
http://abitare.moondo.info/consigli-sulla-scelta-e-pulizia-del-forno-uno-degli-elementi-indispensabili-in-cucina/

Commenti

Post popolari in questo blog

La casa di Magnum P.I. verrà demolita segnando la fine di un'era

Viaggio in Sardegna, a Cagliari, tra eresie eretici e coscienze sporche

Cara mamma, sai qual è il peso corretto di tuo figlio?